Per fortuna…che c’è Petkovic

Per fortuna…che c’è Petkovic

Gufi e invidiosi, eccovi serviti: «Noi fortunati? Sì, nelle ultime sedici partite siamo stati molto fortunati perché non abbiamo perso…». Per fortuna se la ride, il buon Petkovic. E’ fortunato chi non perde da sedici partite? Chi ha fermato la Juventus due volte nella sua tana (doppio pareggio)? E’ fortunato…

Gufi e invidiosi, eccovi serviti: «Noi fortunati? Sì, nelle ultime sedici partite siamo stati molto fortunati perché non abbiamo perso…». Per fortuna se la ride, il buon Petkovic. E’ fortunato chi non perde da sedici partite? Chi ha fermato la Juventus due volte nella sua tana (doppio pareggio)? E’ fortunato chi è in corsa su tre fronti praticando un calcio offensivo e divertente? Può darsi. Se questa è fortuna, la Lazio è fortunatissima: «Certi commenti fanno parte del gioco, del nostro mestiere, del percorso che stiamo facendo. Dobbiamo confermarci, pensiamo solo a questo», ha tagliato corto Vlado in conferenza stampa non prima d’essersi tolto un sassolino dalla scarpa. In tanti hanno parlato di fortuna dopo il match di martedì contro la Juve, anche Conte. Petkovic il “fortunato” non ha fatto riferimenti diretti, s’è destreggiato bene. Lui vince anche con le parole.

L’ASSALTO – Chievo e Juventus, tutto nel giro di quattro giorni. Vlado vede la Lazio in crescita. La sua squadra è forte, non è fortunata: «Stiamo crescendo, stiamo migliorando fisicamente, si è visto contro la Juventus. Ho sentito tanti commenti, ho visto e rivisto la partita, nel primo tempo abbiamo dominato, nel secondo abbiamo subito, con un po’ di fortuna abbiamo portato il risultato a casa. Arriveremo al top, non è il momento per esserlo. Rispetto all’inizio di gennaio siamo più lucidi e più agili». Un po’ di fortuna non guasta mai, aiuta gli audaci, può aiutare a vincere una partita. Ma non ti fa rimanere imbattuto per sedici turni. La forza della Lazio è sotto gli occhi di tutti, anche dei gufi e degli invidiosi: «Siamo competitivi, l’abbiamo dimostrato e continueremo a farlo. Possiamo vincere contro tutti, mi aspetto conferme nelle prossime partite», ha aggiunto Petkovic. Il Chievo è una bestia nera all’Olimpico (un solo successo laziale in dieci sfide), ma la statistica non riguarda il tecnico bosniaco: «Sono nuovo, le esperienze del passato non le ho vissute, non mi interessano. Cercheremo di giocare, di dominare e di vincere. Il Chievo ha ottenuto tanti punti dopo il cambio di allenatore, si chiuderà bene, proverà a darci fastidio in contropiede».

LA CORSA – Una Lazio e tanti impegni, è iniziato il tour de force. Petkovic e i suoi si sentono pronti per affrontarlo: «Contro la Juve abbiamo speso molto mentalmente e fisicamente. Nelle precedenti gare casalinghe abbiamo faticato un po’, spero che la squadra tenga un buon ritmo per 90’. Dobbiamo far calare gli avversari durante la partita». Vlado ha creato una Lazio vincente, capace di ricaricarsi dopo ogni partita: «Più volte abbiamo dato risposte importanti dopo impegni ravvicinati».

IL CONTRATTO – E’ una fortuna avere Petkovic nella Lazio, scusate la battuta. Lotito e Tare sono stati bravi a scoprirlo e sono pronti a blindarlo, presto proporranno al tecnico il rinnovo contrattuale. Il ciclo è appena iniziato e deve proseguire. Proseguirà se lo vorranno tutti e se i risultati arriveranno: «Abbiamo già aperto un ciclo. Non io, ma la società. I cicli possono essere corti, lunghi o medio-lunghi, dipende da tante cose, dipende anche dai risultati. Cerchiamo di ottenerli per rimanere su questi livelli», è la risposta di Vlado. Non pensa al futuro, non pensa al mercato, pensa al campo: «Il mercato non è un tema che mi interessa. Un nuovo attaccante? Spero che i miei confermino quanto di buono hanno fatto ultimamente». Tanti giocatori svizzeri sono associati alla Lazio, sono pochi quelli che interessano: «Ne allenerei tanti con piacere, ma il 99% di quelli che sono stati legati alla Lazio non sono mai stati dentro le nostre discussioni».

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy