Pereirinha c’è e torna Biava

Pereirinha c’è e torna Biava

Lavoro di scarico di ieri alla ripresa, nessuna indicazione, le prime prove anti-Milan scatteranno questa mattina a Formello. Petkovic dovrà fare i conti con l’emergenza: sabato sera non ci saranno Klose(rientrerà a fine marzo), Konko(out per 6 settimane) e Mauri. Il centrocampista brianzolo non ha recuperato dalla distorsione alla caviglia…

Lavoro di scarico di ieri alla ripresa, nessuna indicazione, le prime prove anti-Milan scatteranno questa mattina a Formello. Petkovic dovrà fare i conti con l’emergenza: sabato sera non ci saranno Klose(rientrerà a fine marzo), Konko(out per 6 settimane) e Mauri. Il centrocampista brianzolo non ha recuperato dalla distorsione alla caviglia destra subita contro il Napoli, da qualche settimana accusa anche un fastidio al polpaccio, dovrebbe rientrare per la gara d’andata contro lo Stoccarda.
Un punto interrogativo importante riguarda il modulo: il tecnico bosniaco non ha ancora deciso, non è da escludere un ritorno alla difesa a 3, ma resta in vantaggio il collaudato 4-1-4-1. In questo caso sulla destra si muoverebbe Pereirinha, mentre al centro potrebbe scattare un ballottaggio tra Dias e Cana per affiancare il rientrante Biava. A centrocampo verranno confermati senza dubbio Candreva, Lulic, Gonzalez, Hernanes e Ledesma. Davanti l’unica punta sarà Sergio Floccari. Niente reintegro per Cavanda, al momento non ci sono possibilità, la società non ha mai preso in considerazione questa ipotesi, il difesnore continuerà ad allenarsi a parte.
Mercato: il contratto di Brayan Perea è già stato depositato, a luglio sarà ufficialmente un calciatore della Lazio. L’attaccante colombiano pensa già in grande: «Voglio guadagnarmi un posto da titolare con la maglia biancoceleste – ha raccontato a cittaceleste.it – vincere lo scudetto e giocare la Champions League da protagonista». Idee chiare e tanta voglia di arrivare, Perea è contento della sua scelta: «Mi hanno cercato molte squadre, ma fortunatamente è arrivato l’accordo con una grandissima come la Lazio. Non vedo l’ora di iniziare. Il mio idolo? Ho sempre ammirato Ibrahimovic, vorrei imitare la sua carriera».
Poi le prime parole ai suoi nuovi tifosi: «Ai sostenitori biancocelesti mando un saluto speciale e li ringrazio per i tanti messaggi d’affetto ricevuti attraverso i social network. Prometto che lavorerò duramente per portare trionfi e titoli alla Lazio».

Il Tempo

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy