Petkovic vuole una Lazio straordinariA

Petkovic vuole una Lazio straordinariA

ovranno fare gli straordinari, ma sono ben lieti di sottoporsi ad una simile tortura. Perché all’orizzonte c’è la sfida col Milan che è una di quelle partite che nessuno vuole perdersi e perché ciascuno di loro (con la sola eccezione di Gonzalez) è tornato col morale alle stelle dalle rispettive…

ovranno fare gli straordinari, ma sono ben lieti di sottoporsi ad una simile tortura. Perché all’orizzonte c’è la sfida col Milan che è una di quelle partite che nessuno vuole perdersi e perché ciascuno di loro (con la sola eccezione di Gonzalez) è tornato col morale alle stelle dalle rispettive trasferte in nazionale. E, quando l’umore è buono, la fatica non si sente affatto. E infatti ieri a Formello i vari Candreva e Klose, Lulic e Cana, Cavanda e Onazi sembravano freschi e riposati come i compagni che in questi giorni sono rimasti a Formello. Normale, visto quello che hanno vissuto nei giorni scorsi. Candreva ha realizzato il sogno di tornare in azzurro: Prandelli lo ha utilizzato, sia pure per spezzoni di gara, in entrambe le partite. Klose ha fatto boom: con tre gol in due gare ha avvicinato il trono di re dei bomber della nazionale tedesca occupato da Gerd Muller. Bene anche Lulic, tornato dalla Bosnia con una doppia vittoria ed una condizione fisica in netto miglioramento. Ma ha il morale a mille pure Cana che, dopo il k.o. con l’Islanda, ha guidato l’Albania alla vittoria sulla Slovenia. Ed esultano pure i giovani Cavanda e Onazi, chiamati dal Belgio under 21 e dalla Nigeria. Positivo anche il bilancio di Stankevicius che, dopo l’assenza per infortunio, è tornato a respirare l’aria della nazionale lituana.

Enigma Gonzalez 
L’unico volto tirato, tra i lazionali, è quello di Alvaro Gonzalez. Per la doppia scoppola rimediata dal suo Uruguay (prima dall’Argentina, poi dalla Bolivia) ed anche per il lungo viaggio di ritorno che si è dovuto sobbarcare. E’ rientrato a Roma solo ieri mattina ed è stato esentato dalla seduta di allenamento che si è svolta proprio in mattinata a Formello. Si riaggregherà alla squadra solo per la rifinitura di oggi pomeriggio. Una situazione non proprio ideale che getta qualche dubbio circa il suo impiego nella sfida di domani con il Milan. Petkovic deciderà solo dopo averlo visto in campo oggi pomeriggio. Se lo troverà stanco ed appannato lo porterà in panchina con Ederson e Onazi principali candidati alla sua sostituzione. Ma El Tata ha già fatto sapere che lui in campo vuole esserci. Pure lui è pronto a fare gli straordinari, anche se il morale non è alle stelle.

gazzetta dello sport

Simone Davide

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy