Petkovic:”Devastanti!”

Petkovic:”Devastanti!”

Non sbaglia un colpo, Vlado. E regalandosi il tredicesimo risultato utile consecutivo, festeggia il 113° compleanno della sua squadra tagliando un nuovo traguardo: la semifinale di Coppa Italia. Praticamente a metà stagione è in corsa su tutti i fronti: secondo in campionato, alle spalle della Juventus; ai sedicesimi di finali…

Non sbaglia un colpo, Vlado. E regalandosi il tredicesimo risultato utile consecutivo, festeggia il 113° compleanno della sua squadra tagliando un nuovo traguardo: la semifinale di Coppa Italia. Praticamente a metà stagione è in corsa su tutti i fronti: secondo in campionato, alle spalle della Juventus; ai sedicesimi di finali di Europa League e ora in lizza per conquistare un posto nella finale di Coppa Italia. Il prossimo sarà un ostacolo piuttosto alto: Juventus o Milan. Non esprime preferenze, Petkovic: «L’importante era vincere, adesso riposiamoci e concentriamoci sulla prossima partita di campionato contro l’Atalanta» . Ieri ha ancora una volta offerto un piccolo saggio della sua duttilità tattica: è partito in un modo e ha continuato in un altro (4-4-2 con Hernanes che faceva la seconda punta). Questa partita con il Catania per lui aveva il sapore della rivincita: due mesi fa ha subito al Cibali la delusione più grande della sua giovane esperienza italiana. Ma da allora, la musica è cambiata perché la Lazio mostra una sicurezza, una fiducia nei propri mezzi che prima a volte mancava. Dieci vittorie e tre pareggi: una continuità di rendimento che può regalare grandi soddisfazioni.

SCELTE – Ha deciso di spedire in campo Floccari. Kozak è rimasto a guardare e questa sembra essere una chiara indicazione: il posto di vice-Klose sembra essere dell’italiano. Che ieri ha fatto benissimo, regalando due assist, soprattutto giocando per la squadra. Il ragazzo non ha la prolificità di Klose, ma nei momenti difficili può dare alla causa un rilevante contributo. Non è un caso che il tecnico spenda parole di elogio per l’attaccante: «Grande partita di Floccari, sono molto soddisfatto» . Tra l’altro dalla prestazione dell’italiano ha tratto grandi benefici Hernanes. Spiega Vlado: «Il brasiliano nelle ultime partite ha un po’ faticato. Anche ieri sera, nel primo tempo ha incontrato un po’ di difficoltà. Ma nel secondo, quando ha potuto giocare più vicino alla porta, è stato devastante» . Ha ridefinito in continuazione la sua squadra, adattandola alle circostanze e agli uomini in campo. Racconta queste continue metamorfosi: «Abbiamo cominciato a tre dietro poi abbiamo cambiato e ci siamo messi a quattro, nel finale siamo tornati a tre» . Ribadisce: «Buona la prestazione di Floccari che ha giocato da unica punta» .

FESTE – Serata di festeggiamenti, serata che doveva essere perfetta perché così imponeva il copione di un anniversario da celebrare nella maniera più degna. Petkovic, approdato in Italia tra mille scetticismi, adesso è la vera rivelazione di questa stagione: ha spazzato via tutte le perplessità, ha dimostrato che il suo calcio fatto di organizzazione e concretezza può portare la sua squadra molto lontano. Certo, la strada è ancora lunga ma anche le indicazioni emerse ieri possono tornare molto utili perché a volte i risultati dipendono dai dettagli. Bisogna remare ancora tanto: in campionato siamo al giro di boa, la finale di Coppa Italia è a fine maggio. Petkovic preferisce pensare a una partita alla volta, senza sovraccaricare la testa dei suoi giocatori. Un passo alla volta e poi alla fine si stileranno i bilanci. Nel frattempo c’è il successo sul Catania: «Vittoria meritata» . Nel risultato netta. Con qualche ombra: «Nel primo tempo abbiamo un po’ faticato, ma nella ripresa siamo usciti e abbiamo segnato due gol riuscendo a chiudere il discorso della qualificazione»

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy