Primavera: Lazio, dimenticare Viareggio

Primavera: Lazio, dimenticare Viareggio

L’eliminazione brucia, Lombardi accusa. Il riscatto in coppa ItaliaROMA – Continua la maledizione della Viareggio Cup. Sembra una battaglia persa con la storia. La baby Lazio cerca di voltare pagine dopo l’eliminazione nel girone all’italiana che si è rivelato più tosto del previsto. Due sconfitte di fila, contro Varese e…

L’eliminazione brucia, Lombardi accusa. Il riscatto in coppa Italia

ROMA – Continua la maledizione della Viareggio Cup. Sembra una battaglia persa con la storia. La baby Lazio cerca di voltare pagine dopo l’eliminazione nel girone all’italiana che si è rivelato più tosto del previsto. Due sconfitte di fila, contro Varese e Nacional, hanno sbarrato la strada verso il tabellone principale. Non si nasconde la rabbia, così come la voglia di rivincita. Anzi, si mette in bella mostra su Facebook, dove l’attaccante Lombardi (due cartellini rossi in due partite, il secondo direttamente dalla panchina) ha scritto: “Si esce dal Viareggio. Una competizione condizionata da arbitraggi indecenti e da campi dove non ci si gioca neanche in Terza Categoria. Si torna a casa con i nervi e con una voglia di spaccare il mondo. Ma si torna anche per preparare la nostra finale di Coppa Italia. Forza Lazio Primavera. I campioni dell’Italia siamo noi”.

 

Sulla stessa linea, forse un pelino più soft, il difensore Filippini, anche lui espulso per proteste nell’ultimo match: “Prima espulsione presa alla Lazio. Mai visto un arbitraggio del genere e un campo che non si può definire di calcio!”. Capitolo chiuso. Da mettere nel cestino. Perché la Lazio è ancora in corsa sue due binari: la Coppa Italia da contendere alla Fiorentina e il campionato, dove le piccole aquile guardano tutti dall’alto in basso, Fiorentina e Roma comprese. Siamo al giro di boa della stagione. Da adesso in poi si raccoglie. Simone Inzaghi conosce le insidie e vuole seguire le orme di Bollini mettendo in bacheca un altro trofeo a fine stagione. La Coppa Italia è la missione più immediata. Inoltre, la gara d’andata si giocherà all’Olimpico tra quindici giorni (26 febbraio). Un evento unico, il palcoscenico più caldo della Capitale, nella testa di Lombardi e compagni il countdown si vive mettendo le “ics” in rosso sul calendario. La speranza di Inzaghi è di recuperare per la finalissima Tounkara, fermo ai box per un problema al ginocchio. Ma in ripresa e sempre vicinissimo fisicamente alla squadra dato che ha voluto seguire i compagni a Viareggio nonostante l’infortunio.

Infopress

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy