Radu, Konko e Lulic. Ecco la situazione

Radu, Konko e Lulic. Ecco la situazione

Due centrali più vicini al rientro, esterni pronti. Radu s’è rigenerato durante la pausa, aveva stretto i denti contro il Genoa e il Parma. Il romeno sta meglio, col passare dei giorni avrà altri benefici. Konko si sente più sicuro, s’era tirato indietro al Tardini, non si sentiva al top,…

Due centrali più vicini al rientro, esterni pronti. Radu s’è rigenerato durante la pausa, aveva stretto i denti contro il Genoa e il Parma. Il romeno sta meglio, col passare dei giorni avrà altri benefici. Konko si sente più sicuro, s’era tirato indietro al Tardini, non si sentiva al top, temeva di stirarsi crossando. Lulic, a meno di intoppi, avrà il via libera oggi: ha smaltito lo stiramento, le prime risposte del campo sono state positive, conta di essere convocato per Genova. Sono disponibili anche Pereirinha e Vinicius, ad ottobre avevano frenato a causa di problemi muscolari. La condizione non è uguale per tutti, c’è chi sta meglio, c’è chi sta peggio. La settimana di lavoro che inizierà oggi sarà utile per migliorare la condizione fisica di alcuni uomini. Essere arruolabile non significa essere al top della forma. Lulic, ad esempio, ha bisogno di carburare, deciderà il tecnico se lanciarlo subito nella mischia o gestirlo tra la gara di domenica con la Samp e il match col Legia Varsavia del 28 novembre.

 

LE CORSIE – Petkovic a un certo punto s’era ritrovato senza alternative sulle corsie esterne: adattò Konko, Cavanda o Pereirinha a sinistra, fece i salti mortali per comporre la difesa. Vlado spera che il momento critico sia finito, in difesa ha più alternative, dovrà decidere come organizzare il turnover. L’unico che non ha ancora esordito è Vinicius, spera di avere una chance, la aspetta da tempo. I rientri degli esterni non faciliteranno il suo debutto, c’era più spazio qualche settimana fa. 

Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy