Reja alla Rai, “Non ci hanno rifiutato in 10, ho fatto una battuta”

Reja alla Rai, “Non ci hanno rifiutato in 10, ho fatto una battuta”

ROMA – Intervistato da Rai Sport, il tecnico della Lazio Edy Reja ha commentato la vittoria contro il Chievo Verona: “Il talento di Keita lo conoscevo già due anni fa, è un giocatore in cui ho sempre creduto. Se lui mantiene la giusta umiltà e lavora anche in fase difensiva…

ROMA – Intervistato da Rai Sport, il tecnico della Lazio Edy Reja ha commentato la vittoria contro il Chievo Verona: “Il talento di Keita lo conoscevo già due anni fa, è un giocatore in cui ho sempre creduto. Se lui mantiene la giusta umiltà e lavora anche in fase difensiva può fare bene, da sottolineare i suoi ripiegamenti difensivi. Sta crescendo, deve mantenere questo equilibrio”.

Che Lazio sarà senza Hernanes?
“Il brasiliano è un giocatore importante, ormai è dell’Inter e devo lavorare con questi calciatori. Spero ci sarà una crescita di questi giovani, ne abbiamo diversi da buttare dentro. Lavoreremo da qui alla fine di questo campionato anche con questo intento”.

I dieci giocatori che hanno rifiutato la Lazio si saranno pentiti…
“Spero di si, ma non sono dieci. Ho fatto una battuta, erano cinque o sei. I giocatori fanno anche delle considerazioni e preferiscono trasferirsi a giugno. Purtroppo non hanno accettato, ma se lavoreremo bene potremmo toglierci delle belle soddisfazioni. Se subentra questa sicurezza è lecito aspettarsi buone prestazioni”.

 

 

Nel derby non ci sarà Biglia e la Roma oggi non ha giocato. Un vantaggio per loro?
“Spero fatichino parecchio mercoledì contro il Napoli. Anche se si infortunasse qualcuno non sarebbe male… Quest’anno in contropiede sono micidiali, ma la mia difesa sta crescendo”. (Tmw)