Reja: “Candreva rimarrà. Lulic lotterà con noi non con la nazionale”

Reja: “Candreva rimarrà. Lulic lotterà con noi non con la nazionale”

LIVORNO – Nel post partita ci sono le consuete dichiarazioni di Edy Reja ai microfoni delle emittenti televisive ed in conferenza stampa. Soddisfazione per i tre punti e per l’occasione finalmente ben sfruttata vista la sconfitta di Parma e Milan. Ma c’è ancora da lottare con Torino e tante altre…

di redazionecittaceleste

LIVORNO – Nel post partita ci sono le consuete dichiarazioni di Edy Reja ai microfoni delle emittenti televisive ed in conferenza stampa. Soddisfazione per i tre punti e per l’occasione finalmente ben sfruttata vista la sconfitta di Parma e Milan. Ma c’è ancora da lottare con Torino e tante altre rivali in questo rush finale.


Reja a Sky: “Oggi abbiamo fatto un’ottima prestazione e abbiamo vinto: era quello che aspettavamo per raggiungere l’Europa League. Purtroppo abbiamo sbagliato con il Toro in casa. Abbiamo tante concorrenti con gli stessi punti quindi sta a noi concentrarci. Postiga? Non sta bene. Quando è arrivato aveva già problemi alla schiena e da qualche giorno è tornato il dolore. La scorsa settimana non riusciva a muovere il braccio perchè è un settore fondamentale della schiena e si infiamma tutto. Il futuro di Candreava? Per me è confermato. Sta bene qui e deve rimanere. Rimarrà”? 

 


Reja a Mediaset Premium: “Ci sono tante pretendenti per l’Europa e meritano tutte di centrare l’obiettivo: domenica ci sarà la sfida più importante e difficile. Abbiamo trovato il giusto gioco con Keita che non da mai punti di riferimento agli avversari e il risultato si vede. Merito? Dei ragazzi! Si sono saputi adeguare a tutto. Non solo alle varie assenze ma anche all’ambiente che ci circonda. Hanno mostrato spirito di sacrificio e adattamento. Il merito dei risultati è il loro. Futuro? Il presidente vuole costruire una squadra forte che il prossimo anno possa essere competitiva. Non dico da terzo o secondo posto ma almeno dalla sesta alla quarta posizione. Sembra poco? Noi abbiamo tifosi esigenti”.


Reja a RaiSport: “Mauri gioca in altre posizioni ma sta facendo bene. lui è abituato a segnare e io devo fare di necessità virtù. Tifosi? È chiaro che giocare senza tifosi non è facile, ma noi non vogliamo smettere di lottare. Difesa? Purtroppo abbiamo qualche carenza dietro, fra infortuni e squalifiche. Dispiace aver preso sette gol in due partite, quando nelle giornate precedenti avevamo fatto molto bene in difesa”.


Reja in conferenza: “I giocatori del Verona mi sembrano particolarmente in forma e io mi auguro di recuperare qualcuno per non avere sempre i soliti problemi nel dover fare questa squadra. Però i complimenti ai giocatori che ce la stanno mettendo tutta: vincere a Livorno era indispensabile. A volte sono stato costretto a modificare anche i moduli ma spero, ora, di recuperare parecchia gente almeno per questo finale. Pereirinha? Non me lo aspettavo che giocasse cn questa autorità. E’ stato molto diligente e mi è piaciuto. Lo avevo messo un po all’angolo invece ottima prestazione e ne sono felice. Sono contento anche perchè non abbiamo preso gol. Venivamo da 7 gol al passivo e questa è una cosa che non gradisco. Anche perchè molti erano evitabili e questo mostra che ci deconcentriamo ma noi dobbiamo continuare a giocare così come partiamo. Ci capita di peccare così e questa forse è mancanza di maturità. Siamo cinque squadre nel giro di un punto e ci serve la condizione mentale oltre che fisica. Poi ora inizia il caldo e secondo me bisogna essere al 100% per riuscire a regire bene. Il nostro cammino è il più difficile perchè abbiamo tutte squadre che giocano match decisive. Per domenica intanto penso di recuperare Dias e Konko, poi spero anche Klose. Lulic in nazionale? Non credo perchè spero che fino all’ultimo saremo in lotta e lui rimarrà con noi fino alla fine”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy