“Roma città più pericolosa d’Europa”

“Roma città più pericolosa d’Europa”

Un attacco duro e senza mezzi termini: “Roma è la città più pericolosa d’Europa”. E’ il pesante giudizio del Times arrivato l’indomani del raid ultras contro tifosi del Tottenham in un pub di Campo dè Fiori. Dura anche l’accusa del tabloid The Sun , che parla di “assalto neonazista”. I…

Un attacco duro e senza mezzi termini: “Roma è la città più pericolosa d’Europa”. E’ il pesante giudizio del Times arrivato l’indomani del raid ultras contro tifosi del Tottenham in un pub di Campo dè Fiori. Dura anche l’accusa del tabloid The Sun , che parla di “assalto neonazista”. I media inglesi riferiscono inoltre che dalle prime indagini emergerebbe la presenza a Roma, alla vigilia della partita, anche di tifosi di West Ham e Leeds, rivali di quelli del Tottenham poi fatti oggetto dell’aggressione la notte prima della partita di Europa League con la Lazio.
L’APPELLO DI CUDICINI «Il calcio italiano prenda esempio dall’Inghilterra e metta al bando gli hooligans». È l’appello di Carlo Cudicini , il portiere italiano del Tottenham, lanciato dopo gli episodi di violenza e razzismo avvenuti a Roma in occasione della gara di Europa League tra Lazio e Spurs. Cudicini, in un’intervista al Sun, ha anche sollecitato l’Uefa a intervenire se certe situazioni dovessero ripetersi. «Penso che l’Inghilterra possa diventare un esempio – ha detto l’ex portiere della Lazio e del Chelsea -, un modello per tutte le nazioni. Se c’è un paese al quale bisogna guardare è questo, almeno per risolvere il problema degli hooligan. Ricordo che quanto giocavo in Italia – ha proseguito Cudicini – guardavamo all’Inghilterra come un posto pericoloso dove andare, è curioso che ora la situazione si sia invertita. Ora qui non ci sono quasi incidenti e allo stadio ci vanno le famiglie con i bambini». Cudicini è rimasto stupefatto dalle violenze di Roma: «Ho visto tutto su internet e sono rimasto scioccato – ha affermato -. Immagino cosa abbiano provato coloro che si sono recati a Roma per vedere una partita e visitare la città e ad un certo punto si sono trovati davanti qualcuno che cercava quasi di uccidere. Se queste cose continuano ad accadere – ha concluso Cudicini -, l’Uefa deve darsi da fare, perché io non posso pensare all’Italia come un posto pericoloso dove andare«. L’autore dell’intervista ha sottolineato nel pezzo la violenza dell’aggressione ai tifosi del Tottenham condotta in centro a Roma e le critiche alla polizia italiana per non aver saputo evitare aggressioni ai tifosi del Middlesbrough, del Manchester United e del Liverpool giunti a Roma negli ultimi undici anni.

Tutto Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy