Senza Marchetti difesa nuova

Senza Marchetti difesa nuova

L’infortunio a Marchetti agita la vigilia di Lazio-Parma e crea un altro problema alla difesa biancoceleste, già costretta a rinunciare a Dias e Konko. Il portiere, nel corso dell’allenamento del mattino, ha accusato un risentimento muscolare ai flessori della coscia destra, la stessa zona interessata dall’ultimo infortunio. Rischia tre settimane…

L’infortunio a Marchetti agita la vigilia di Lazio-Parma e crea un altro problema alla difesa biancoceleste, già costretta a rinunciare a Dias e Konko. Il portiere, nel corso dell’allenamento del mattino, ha accusato un risentimento muscolare ai flessori della coscia destra, la stessa zona interessata dall’ultimo infortunio. Rischia tre settimane di stop e di rientrare soltanto a gennaio. Questa mattina, dopo i controlli strumentali alla Paideia, si potrà conoscere con esattezza l’entità del problema. Accertamenti clinici anche per Biava ma il centrale dovrebbe comunque scendere in campo domani.

Si allunga quindi la lista degli indisponibili perché il nome di Marchetti va ad aggiungersi a quelli di Dias, Rocchi e Brocchi, tutti pronti nel 2013, e di Konko e Zarate che potrebbero rientrare già nella prossima partita. Il portiere era tornato nel derby e si pensava avesse messo alle spalle il periodo negativo. Invece è arrivata la tegola di una probabile ricaduta a condizionarne il resto del girone d’andata.

Fortunatamente la Lazio, con Bizzarri e Carrizo, può contare su validi sostituti e toccherà a Bizzarri prendere il posto del titolare, come ha già fatto il mese scorso.
Petkovic si ritrova con una difesa quasi completamente diversa rispetto a quella base. Dei titolari, infatti, è rimasto il solo Biava, peraltro non al meglio. Per quattro quinti il reparto è cambiato con Bizzarri, Cavanda, Ciani e Radu. L’allenatore bosniaco, recuperando un paio di elementi importanti, come Radu e Ciani, ha comunque la possibilità di allestire un pacchetto difensivo all’altezza nel quale confermerà la fiducia a Cavanda.

Il giovane esterno ha rappresentato una delle note migliori di questo scorcio iniziale di campionato, un elemento sul quale lavorare per affinarne tecnica e tattica, ma di buone potenzialità atletiche. Dopo la giornataccia di Catania il difensore è stato riproposto contro il Tottenham, superando l’esame di inglese. Ha offerto una prova superiore con l’Udinese e ora va considerato più che una semplice riserva. Così il tecnico lo preferirà ancora a un Konko in non perfette condizioni.

Se a centrocampo e in attacco l’allenatore può permettersi qualche scelta, per quanto concerne la difesa la situazione è più complicata. Petkovic potrebbe schierare Radu al centro e inserire Lulic sulla fascia sinistra ma non vuole dividere la coppia Biava-Ciani, che si è ben comportata nelle ultime gare e tiene il calciatore bosniaco in caldo per la ripresa. Salvo verificare la situazione di Biava. Per il momento l’assenza di Dias non si è avvertita più di tanto e la porta è rimasta inviolata. Ora toccherà a Bizzarri non far rimpiangere Marchetti.

Il Messaggero

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy