Servono altri uomini-gol

Servono altri uomini-gol

Non possono fare tutto loro, non possono pensarci sempre Hernanes e Klose. Servono altri gol, servono come il pane, servono alla Lazio. Il conto è servito: in 8 partite ufficiali il tandem Klose-Hernanes ha colpito 8 volte su un totale di 12 reti. C’è di più: in campionato hanno realizzato…

Non possono fare tutto loro, non possono pensarci sempre Hernanes e Klose. Servono altri gol, servono come il pane, servono alla Lazio. Il conto è servito: in 8 partite ufficiali il tandem Klose-Hernanes ha colpito 8 volte su un totale di 12 reti. C’è di più: in campionato hanno realizzato 6 gol su 7, la rete mancante l’ha firmata Candreva contro il Palermo. All’appello mancano tutti gli altri, è bene che battano un colpo, anche due. Ci siete? Hernanes e Klose hanno regalato punti e vittorie pesanti, hanno risolto le pratiche, ci hanno messo lo zampino: sta succedendo quest’anno, è accaduto l’anno scorso. E quando si sono infortunati, la Lazio ha fallito l’aggancio Champions. Bravi, bravissimi, ma è impensabile che una squadra come la Lazio si regga soltanto sui colpi di due campioni. Lo è soprattutto per una squadra alla Petkovic, votata al gioco offensivo, capace di attaccare con 4-5 uomini costantemente.

LA RICERCA – E’ partita la caccia ai gol, ne servono altri, il bottino deve aumentare. Klose e Hernanes fanno dipendenza, se stanno bene, se funzionano, sono irresistibili. Ma quando calano o vengono accerchiati o non ci sono (Hernanes è a rischio per il Siena) servono soluzioni alternative sotto porta. I gol non possono arrivare soltanto dal centravanti più prolifico e dal fantasista più decisivo, devono arrivare anche dai centrocampisti o dagli esterni: cursori travestiti da attaccanti. Gente come Candreva e Lulic è capace di centrare la porta, non va estromessa dal tiro al bersaglio, copre ruoli chiave nel piano-Petkovic. S’aspettano anche i gol di Mauri, per non parlare dei colpi dei bomber di scorta: i vari Floccari, Rocchi, Kozak e Zarate (seguendo il nuovo ordine gerarchico).

IL DIGIUNO – Piovano gol domani contro il Siena, è la preghiera dei tifosi. Il digiuno fa male, dura da tre partite, dal match di Verona in poi. Hernanes firmò la doppietta al 74’, da allora la via della rete s’è persa. Niente gioie contro Tottenham, Genoa e Napoli per un totale di 286’ di astinenza. Il Profeta è in bilico per il match col Siena, Klose ci sarà, è auspicabile il contributo degli altri compagni. Serve più cinismo e più precisione davanti ai portieri nemici, serve la “cattiveria” mostrata nelle prime uscite stagionali, quando ogni freccetta andava a bersaglio. A Londra e contro il Genoa non è successo, c’è stata molta imprecisione e la sfortuna ha fatto il resto. Napoli invece è una parentesi a parte, sono mancate le munizioni. Petkovic s’è stancato di uscire dai campi a bocca asciutta, la Lazio era partita a razzo, aveva segnato 7 reti nelle prime tre giornate di campionato, poi s’è spenta. Saziate il vostro mister, ragazzi.

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy