Klose si tiene i gol per la Lazio

Klose si tiene i gol per la Lazio

Germania-Far Oer 3-0 ARBITRO: Madden (Scozia). MARCATORI : 28′ pt Goetze, 9′ st e 26′ st Ozil. BERLINO – Il primo passo della Germania verso il Brasile, contro i dopolavoristi delle Isole Far Oer (154simi nel mondo) non ammetteva incertezze nell’Arena AWD di Hannover dopo gli ultimi due ko con…

Germania-Far Oer 3-0 ARBITRO: Madden (Scozia).
MARCATORI : 28′ pt Goetze, 9′ st e 26′ st Ozil.

BERLINO – Il primo passo della Germania verso il Brasile, contro i dopolavoristi delle Isole Far Oer (154simi nel mondo) non ammetteva incertezze nell’Arena AWD di Hannover dopo gli ultimi due ko con Italia e Argentina. Ha rotto il ghiaccio un fantastico slalom di Goetze lanciato da Hummels. Ad inizio ripresa ha raddoppiato Ozil con contropiede di Muller su corner degli ospiti. Il terzo gol lo ha propiziato Miroslav Klose aprendo astutamente un varco al centro per un taglio di Ozil imbeccato rasoterra dal tanto atteso Marco Reus. Fino all’intervallo c’erano state una decina di chiare palle-gol per i padroni di casa. Tre ghiottissime le ha avute in area Klose. Sottoposto ad una doppia marcatura, Miro ha sfiorato di testa la traversa al 19′, ha tirato a bruciapelo sul portiere al 26′ e ha sparato alle stelle al 37′ da due passi. Il laziale è stato molto attivo fin dall’inizio. Ha procurato la prima punizione dal limite e il primo giallo di Baldvinsson già al 4′. Klose anche altruista, perchè ha sgobbato parecchio sull’out per allargare gli spazi agli inserimenti delle quattro mezze punte (Goetze, Muller, Reus e Ozil) schierate dal ct Loew. Il quartetto però voleva strafare e si è pestato spesso i piedi intasando l’area avversaria a danno del sorvegliatissimo Klose. Il quale, oltretutto, ripetutamente si è accollato il lavoro sulla fascia destra degli intermittenti Lahm e Muller (sostituito al 68′ da Schurrle). Gli isolani non facevano paura e Loew ha lasciato soltanto Khedira in mediana.
Stavolta, Klose non si è ripetuto contro le Far Oer, che dieci anni fa aveva battuto da solo, con i suoi gol decisivi, nelle due partite delle qualificazioni europee. E’ uscito al 30′ del secondo tempo tra gli applausi. Lo ha sostituito il suo “connazionale” Podolski, nuova stella dell’Arsenal. Nel suo bagno di ghiaccio nel dopo-partita, Miro avrà sicuramente rimuginato sul tris di occasioni mancate. Martedì prossimo vorrà rifarsi a Vienna contro l’Austria, prima del rientro alla base di Formello. Il numero 11 di Loew non segna per la Germania dai quarti di finale del campionato d’Europa contro la Grecia (22 giugno), quando insaccò il terzo gol dei bianchi. Ma il suo assalto a Gerd Muller non si ferma ad Hannover. Gli mancano ancora quattro colpi per eguagliarlo. Il mitico Gerd si è ritirato a quota 68 reti (con 62 partite) e il suo primato resiste dalla bellezza di 38 anni. Bucanieri del calibro di Klinsmann, Voeller e Rimmenigge sono stati ampiamente distanziati da Klose. Muller segnò l’ultima volta nella finale mondiale del 1974 vinta dalla Germania di Beckenbauer sull’Olanda di Cruyff con gol decisivo del bomber del Bayern. Il quale, dopo quel trionfo, si sentì trascurato dalla Federcalcio e, ad appena 28 anni, non volle più saperne della Nazionale. Altrimenti chissà quanti altri dispiaceri avrebbe dato ai portieri avversari.

(fonte Cds)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy