Si è costituito lo “zingaro” Gegic

Si è costituito lo “zingaro” Gegic

Dopo mesi d’attesa, interviste e falsi annunci, il serbo Almir Gegic ha deciso di raccontare la propria verità sul calcioscommesse ai magistrati di Cremona. L’ex calciatore serbo, esponente di spicco del gruppo degli Zingari, si è costituito all’aeroporto di Malpensa ed è stato preso in consegna e portato in carcere…

Dopo mesi d’attesa, interviste e falsi annunci, il serbo Almir Gegic ha deciso di raccontare la propria verità sul calcioscommesse ai magistrati di Cremona. L’ex calciatore serbo, esponente di spicco del gruppo degli Zingari, si è costituito all’aeroporto di Malpensa ed è stato preso in consegna e portato in carcere dagli uomini del Servizio Centrale Operativo della Polizia e della Squadra mobile di Cremona. L’attesa, ora, è tutta per l’interrogatorio davanti al giudice per le indagini preliminari Guido Salvini, in programma con ogni probabilità giovedì, anche se non è escluso che il confronto possa prolungarsi al giorno successivo. Latitante dal giugno 2011,quandole indagini avviate dalla Procura di Cremona portarono alla luce un sistema internazionale organizzato per alterare i risultati delle partite e guadagnare soldi facili con le scommesse, Gegic potrà far luce su diversi episodi finiti sotto i riflettori dei magistrati. L ‘ex calciatore serbo, in particolare, dovrà chiarire i rapporti con Carlo Gervasoni e Filippo Carobbio, due fra i principali pentiti dello scandalo, le cui rivelazioni (riferite spesso de relato citando proprio Gegic e gli altri Zingari) hanno portato agli arresti disposti dai magistrati nel dicembre 2011 e lo scorso maggio. La Procura di Cremona vuole scoprire tutti i particolari delle combine note e inedite. E nelle prossime settimane potrebbe costituirsi anche Hristiyan Ilievski, il capo della banda degli Zingari.

Il Tempo

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy