Si fermano in contropiede…

Si fermano in contropiede…

La Lazio può riaprire il campionato? Sì, se questo pomeriggio riuscirà a sbancare il campo della Juventus capolista. Ecco perché i tifosi biancocelesti sono a mille; ecco perché Petkovic sta toccando il cielo con le dita. Chi poteva dirlo alla fine del mese di agosto quando il torneo stava per…

La Lazio può riaprire il campionato? Sì, se questo pomeriggio riuscirà a sbancare il campo della Juventus capolista. Ecco perché i tifosi biancocelesti sono a mille; ecco perché Petkovic sta toccando il cielo con le dita. Chi poteva dirlo alla fine del mese di agosto quando il torneo stava per cominciare? Forse nessuno. Pure il più incallito degli ottimisti non avrebbe mai potuto immaginare una situazione del genere. A Formello, dunque, si fa festa. La vittoria nel derby, la ritrovata fiducia nella squadra, la grinta che caratterizza i giocatori sono gli ingredienti che determinano tanta felicità. Però, adesso, bisogna mettere in archivio quella partita e pensare al futuro. Che comincia proprio oggi a Torino. Pronostico chiuso? Nemmeno per idea. Innanzitutto, perché la Lazio finora ha dato del filo da torcere a quasi tutte le avversarie. Perché ha gli uomini giusti per punire chiunque la prenda sottogamba e poi scende in campo tranquilla, sapendo che è la squadra che gioca in casa a dover far risultato. E in contropiede i biancocelesti sono micidiali. Ma attenzione, qualsiasi disattenzione potrebbe essere fatale alla Lazio. Quindi, la concentrazione non deve mai venir meno. Se poi la difesa svolgerà il suo compito con la bravura necessaria, saranno le ripartenze a potere esser fatali alla Juventus.

Bruno Tucci, La Gazzetta dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy