Tifosi in marcia con la Lazio

Tifosi in marcia con la Lazio

In marcia per le vie di Roma, con la Lazio. La seguiranno sempre, ovunque e comunque, i tifosi non la lasceranno mai sola. La seguiranno allo stadio, scortandola con le macchine e i motorini pur non potendo entrare. La seguiranno sul maxischermo, sarà piazzato alle spalle della Curva Nord, manderà…

 

In marcia per le vie di Roma, con la Lazio. La seguiranno sempre, ovunque e comunque, i tifosi non la lasceranno mai sola. La seguiranno allo stadio, scortandola con le macchine e i motorini pur non potendo entrare. La seguiranno sul maxischermo, sarà piazzato alle spalle della Curva Nord, manderà in onda la partita col Fenerbahce, l’autorizzazione è stata concessa ieri pomeriggio.
IL CORTEO – La seguiranno in strada con il loro amore, la accompagneranno all’Olimpico stasera. Un carosello pre-partita non s’era mai visto, scorterà la Lazio sino all’ingresso dello stadio. La squadra partirà da Formello intorno alle 19 (il match inizierà alle 21.05), i tifosi si raduneranno fuori dai cancelli del centro sportivo nel pomeriggio, attenderanno l’uscita dei biancocelesti e si dirigeranno con loro verso il Foro Italico. Una processione, un corteo, ecco cosa sarà. I tifosi si incolonneranno dietro al pullman, rimarranno in fila sino all’imbocco di via dei Gladiatori. La mappa della “passeggiata” biancoceleste prevede queste tappe: Cassia Bis, un pezzo di raccordo anulare, la via Flaminia da percorrere verso Tor di Quinto passando davanti al vecchio campo di Maestrelli e Chinaglia, l’arrivo allo stadio. L’ordine pubblico è garantito, gli intenti sono pacifici, sarà una manifestazione vivace e rumorosa, farà parlare, farà discutere.

IL MATCH – L’Uefa ha il potere di “sfrattare” i tifosi dallo stadio, ma non può frenare il loro amore, la loro fantasia e non può chiudere le strade di Roma. Nel match di ritorno con lo Stoccarda i cori del popolo biancoceleste arrivarono forti e chiari dentro lo stadio, superarono barriere e cancelli, divieti di accesso e condanne punitive, li portava il vento della passione. Accadrà anche stasera, le voci riecheggeranno ancora più forti. La Lazio non sarà mai sola, non lo sarà in campo, non lo sarà altrove. I tifosi ci saranno sempre, quelli veri, quelli puliti, quelli che si sacrificano per viverla, quelli che sono stati penalizzati dal processo di Nyon. I tifosi ci saranno stasera, si piazzeranno all’ingresso della Curva Nord, guarderanno la partita sul maxischermo. E’ un’iniziativa autofinanziata, ha ottenuto le concessioni del Comune di Roma, anche la Lazio ha espresso parare positivo. Saranno irradiate le immagini di Sky, sarà diffusa la telecronaca di Luigi Sinibaldi, è l’addetto stampa della società laziale, commenta ogni gara per Lazio Style Channel.

IL FUTURO – In marcia con la Lazio, in marcia per inseguire un sogno, per sperare nell’impresa. La condanna dell’Uefa sarà scontata stasera, è bello pensare alle semifinali, alla possibilità di giocarle in uno stadio tutto biancoceleste. Tutti in fila dietro la Lazio, si arriverà così all’Olimpico. Tutti stretti attorno alla Lazio, si vivranno così i 90 minuti più lunghi della stagione. Tutti uniti per la Lazio, si combattono così le battaglie giuste. La marcia, l’attesa del fischio d’inizio, la Curva schierata in strada, la partita da seguire con gli occhi all’insù. Certe notti sono lunghissime, regalano emozioni diverse, si attraversano col batticuore. Avanti Lazio, avanti tifosi, c’è l’Europa da riconquistare contro tutto e tutti. Avanti, in marcia con i biancocelesti verso un sogno. Indietro non si torna.

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy