Totti-Mauri:omaggio a Sandri

Totti-Mauri:omaggio a Sandri

 Gabriele c’è: è uno scricciolo sulle spalle di Cristiano Sandri, tenuto per mano da Totti e Mauri. Ricorderà, dopo 5 anni da quel maledetto 11 novembre 2007, lo zio Gabbo mai conosciuto. Ha appena 3 anni e mezzo, gliene parleranno dall’alto la Nord, con una maestosa coreografia, e la Sud,…

 Gabriele c’è: è uno scricciolo sulle spalle di Cristiano Sandri, tenuto per mano da Totti e Mauri. Ricorderà, dopo 5 anni da quel maledetto 11 novembre 2007, lo zio Gabbo mai conosciuto. Ha appena 3 anni e mezzo, gliene parleranno dall’alto la Nord, con una maestosa coreografia, e la Sud, unita nel ricordo.
L’importanza di chiamarsi Gabriele: il piccolo farà un giro di campo con la maglia biancoceleste con
Olimpico blindato: mille agenti, 50.000 spettatori. Biglietti disponibili in Tevere e in Monte Marioquel nome voluto da papà Cristiano. Ci saranno i capitani di Roma e Lazio ad accarezzarlo, 15 minuti prima del fischio d’inizio, condizioni del tempo permettendo. Insomma, sempre che non pianga pure il cielo.

TIMORI – E’ il derby delle lacrime, spargetele solo per un fratello scomparso. Quindici minuti d’amore, poi – ci si augura – solo una battaglia a colpi di sfottò. L’eco rimbomba già da giovedì notte, quando il settore ospite del Panathinaikos era stato invaso da “infiltrati” giallorossi:  «Oggi avete trovato tutto stoi coraggio…fatece capì com’è nato sto gemellaggio!» , scriveva la Nord, alla vista dello scudetto della Roma e all’udito di troppi cori italiani. Prima del match, le forze dell’ordine avevano scongiurato la rissa, da ieri sono partiti controlli ad ampio raggio su tutta l’area dell’Olimpico. Mille agenti spiegati, massima allerta.

50.000 – Non sarà stracolmo, lo stadio: qualche spazio vuoto in Tevere – i cuscinetti per evitare contatti fra le tifoserie – lascerà una boccata d’ossigeno. Ma l’Olimpico affogherà comunque nel derby, senza respiro: Sud e Distinti erano polverizzati ieri mattina, 20.000 romanisti già ai tornelli, rimane qualche briciola in Monte Mario. Poco più di trentasei mila biglietti venduti in totale, più oltre 12 mila – esclusi i Cuccioloni – abbonati biancocelesti. Alle prime ore dell’alba sarà già superata quota 50.000 spettatori. E’ corsa all’ultimo tagliando: ci sono laziali che vagano per il web alla ricerca di un compagno biancoceleste. Per sfruttare ancora l’iniziativa “Porta un amico” e potersi godere lo spettacolo. Niente Olympia, niente Terzo Tempo, il derby va oltre. Arriva sino in cielo. Biancoceleste di giorno, giallorosso al tramonto, saluta Gabriele.

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy