Tutto in dieci giorni

Tutto in dieci giorni

Adesso parte il tour de force. Stoccarda, Fiorentina, ancora Stoccarda e Torino: quattro gare in undici giorni, prima della sosta per le Nazionali che permetterà di ricaricare le pile e, soprattutto, di recuperare qualche infortunato. Tra il 7 e il 17 marzo la Lazio si gioca tanto. Petkovic dovrà gestire…

Adesso parte il tour de force. Stoccarda, Fiorentina, ancora Stoccarda e Torino: quattro gare in undici giorni, prima della sosta per le Nazionali che permetterà di ricaricare le pile e, soprattutto, di recuperare qualche infortunato. Tra il 7 e il 17 marzo la Lazio si gioca tanto. Petkovic dovrà gestire le energie dei suoi ragazzi, forse potrà farlo con un Mauri in più: l’apparentemente banalissimo infortunio rimediato con il Napoli si è trasformato in un calvario, ma domani il capitano dovrebbe tornare ad allenarsi. Cercherà di essere tra i convocati per la trasferta in Germania di giovedì, per poi tornare completamente a disposizione contro la Fiorentina. Anche perché contro i viola ha anche un conto in sospeso. All’andata gli venne annullato un gol regolare, una delle tante decisioni arbitrali che in quella gara sfavorirono i biancocelesti. A Formello è una ferita ancora aperta, pur non essendo fresca come quella generata dalla recente sentenza della Uefa che ha condannato la Lazio a giocare a porte chiuse le prossime due partite casalinghe in Europa. Lotito non ci sta, anche la diplomazia italiana si è messa in moto, e nei prossimi giorni il club biancoceleste presenterà il ricorso: «Il delegato Uefa — spiega il presidente — ha equivocato dei gesti che i tifosi hanno compiuto. Quando si intonano cori è normale agitare le braccia. Non si è trattato di movimenti atti a riprodurre il saluto romano e produrremo dei filmati che lo testimoniano». L’obiettivo è ribaltare completamente la decisione dell’organismo europeo. Più probabile che alla fine il tutto si concluda con la riduzione della squalifica a una sola giornata. Sarebbe già una conquista importante. Soprattutto se la squadra di Petkovic uscisse vittoriosa dal doppio confronto con i tedeschi. In quel caso la Lazio potrebbe giocare i quarti di finale davanti ai propri tifosi

La Repubblica

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy