Ultimo treno per Zarate

Ultimo treno per Zarate

 E’ una volata a quattro per due posti in attacco. Mauro Zarate, in fondo all’allenamento di rifinitura, batteva gli angoli. Il dettaglio può fare la differenza, perché Hernanes e Candreva andranno in panchina, destinati al riposo, e Ledesma, l’altro tiratore sui calci piazzati, stazionava con Onazi ai limiti dell’area di…

 E’ una volata a quattro per due posti in attacco. Mauro Zarate, in fondo all’allenamento di rifinitura, batteva gli angoli. Il dettaglio può fare la differenza, perché Hernanes e Candreva andranno in panchina, destinati al riposo, e Ledesma, l’altro tiratore sui calci piazzati, stazionava con Onazi ai limiti dell’area di rigore. Sta prendendo corpo l’idea che Petkovic possa dare un’altra occasione, forse l’ultima, al numero 10 argentino, chiamato a tirarsi fuori da una crisi involutiva e di fiducia senza precedenti. Due giorni fa Maurito, in un abbozzo di 4-3-1-2, era stato provato dietro al tandem d’attacco. Difficilmente la
Quattro per due posti: l’argentino favorito con Floccari E l’allenatore pensa anche a un impiego parziale di KloseLazio ricorrerà al tridente. Anche le prove di ieri pomeriggio vertevano sul 4-4-2.

TENTAZIONE – Zarate batteva gli angoli, Floccari e Kozak erano in area di rigore a colpire di testa. Il ballottaggio è ancora apertissimo, ma il centravanti calabrese appare in leggero vantaggio sul ceco. Nel girone di Europa League, ha sempre giocato titolare. Bene con il Maribor, meno ad Atene, dove non gli è arrivato un pallone. Floccari ha saltato una sola partita, quando Petkovic con il Tottenham a Londra decise di non rinunciare a Klose. Per la verità, e questa sarebbe l’autentica notizia di giornata, il tecnico di Sarajevo sta riflettendo sull’opportunità o meno di impiegare il tedesco. Miroslav è entrato nella lista dei venti convocati. Petkovic ci tiene ad andare avanti in Europa League, vuole battere i greci del Panathinaikos, possibilmente dosando le forze. E nelle ultime ore ha accarezzato anche la pazza idea di ricorrere a Klose, magari facendogli giocare solo il primo tempo oppure portandolo in panchina, pronto alla staffetta. La voglia di vincere la partita e chiudere il discorso qualificazione lo porta in questa direzione, l’idea del derby da giocare domenica lo fa riflettere. Giusto rischiarlo? Non proprio. In ogni caso tra Petkovic e Klose ci sono stati dei colloqui e il tedesco ovviamente sarà a disposizione. Volata a quattro per due posti in attacco con Floccari e Zarate in leggero vantaggio su Kozak e Klose.

COPPIA – Petkovic, alla fine, potrebbe scegliere il tandem che aveva condotto Reja due anni fa ad un soffio dalla Champions. Lotito, a proposito delle indicrezioni relative al Napoli, ieri ha chiarito di non aver ricevuto proposte da De Laurentiis per Floccari e ha ricordato come in estate ne fossero pervenute diverse, respinte al mittente. A gennaio, sulla base delle indicazioni di Petkovic e dei movimenti di mercato, la Lazio prenderà una decisione, anche se Sergio ha intenzione di restare sino alla fine della stagione e in nessun caso verrà ceduto in prestito, ma soltanto a titolo definitivo.

MARCHETTI – La notte di Europa League potrebbe anche chiudere o iniziare a capovolgere il destino di Mauro Zarate, un altro che prova a lanciarsi verso il derby con la Roma e ad allontanare l’idea di un divorzio a gennaio. Nella sera in cui Petkovic rinuncerà alla fantasia di Hernanes e Candreva, con Ederson ancora fermo, l’argentino potrebbe ritagliarsi l’ultima chance per giocare titolare e nel suo ruolo di attaccante. Un’ipotesi, non ancora una certezza, tenendo conto che nel 4-4-2 disegnato da Petkovic i due esterni dovrebbero essere Gonzalez e Mauri con Ledesma e Onazi a governare il traffico. L’albanese Cana arretrerà a far coppia con Ciani, Scaloni e Radu saranno i terzini, più il rientrante Marchetti tra i pali. Almeno per il portiere è un vero test verso la Roma

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy