Via al rimpasto in Europa League Klose guida i baby

Via al rimpasto in Europa League Klose guida i baby

ROMA – Reja, amico di Capello, non ha fatto come Conte. La Lazio ieri si è goduta il giorno di riposo. Niente castigo per il crollo di Catania. C’è un precedente a Formello, ma risale al 25 novembre e l’allenatore era ancora Petkovic. Vlado e la dirigenza decisero di togliere…

ROMA – Reja, amico di Capello, non ha fatto come Conte. La Lazio ieri si è goduta il giorno di riposo. Niente castigo per il crollo di Catania. C’è un precedente a Formello, ma risale al 25 novembre e l’allenatore era ancora Petkovic. Vlado e la dirigenza decisero di togliere il giorno di riposo ai biancocelesti dopo il pareggio di Marassi strappato alla Sampdoria in pieno recupero grazie a un gol di Cana. Ma la situazione era ben diversa. E dal Massimino, dopo l’allenamento post-partita per chi era rimasto in panchina, la Lazio è uscita con i muscoli intossicati. Squadra stanca, forse anche a terra (in termini di energie nervose) dopo la fatica del derby con la Roma e l’ultimo mese e mezzo ad altissima intensità con il ritorno di Reja. Si voleva e poteva evitare il crollo, ma un calo di tensione era prevedibile. E non esisteva la necessità di togliere il riposo ai giocatori. Hanno dato tanto sino alla partita di Catania, non meritavano una punizione. A volte è più utile staccare la spina per 36 ore, e ricaricarsi in famiglia, piuttosto che intensificare gli allenamenti.

 

FORMA – La preparazione riprenderà nel pomeriggio al centro sportivo di Formello e subito scatteranno le manovre di avvicinamento ai sedicesimi di andata con il Ludogorets Razgrad. Una squadra da prendere con le molle, prima nel campionato bulgaro e capace di dominare nella fase a gironi: è stata in autunno la sorpresa dell’Europa League. I bulgari applicano il 4-2-3-1, si preparano da settimane per fare bella figura con la Lazio, hanno esterni sguscianti sulle fasce. Reja potrebbe tornare al 3-4-3, ma intanto in queste ore dovrà valutare con attenzione la forma fisica di alcuni suoi giocatori. Biava a Catania è stato sostituito a metà della ripresa e anche Dias è uscito dalla partita stravolto dalla stanchezza. E’ probabile che il tecnico friulano lasci riposare i suoi due difensori centrali prediletti. Da verificare le condizioni di Brayan Perea, subentrato nel finale a Biava. Sabato non si era allenato a causa di un fastidio muscolare, dovrebbe recuperare, ma non può essere considerato al top. Il resto lo faranno le riflessioni di natura tattica e l’intenzione di mettere in campo i giocatori più freschi.

TURNOVER LIMITATO

– La Lazio ci tiene all’Europa League, potrebbe diventare l’obiettivo prioritario della stagione e Reja vuole andare avanti. Quindi giocherà con gli uomini migliori, ferma restando la necessità di stabilire chi è in condizione per affrontare novanta minuti ad alta intensità. Se Klose sta bene e dovesse dare piene garanzie, scenderà in campo dal primo minuto. E lo stesso discorso vale per Candreva, l’unico in grado di trascinare il centrocampo statico della Lazio. Poi eventualmente il turnover si farà con il Sassuolo o nella partita di ritorno a Sofia, dove la squadra biancoceleste ha la speranza di presentarsi in vantaggio e non con un risultato da ribaltare.

BIGLIA E ONAZI

– L’idea prevalente porta a pensare al 3-4-3. La linea arretrata dovrebbe essere formata da Cana (centrale), Radu (a sinistra) e uno tra Ciani e Novaretti. Konko a Catania ha tenuto bene solo nel primo tempo. Verrà sostituito da Cavanda. Lulic presidierà la fascia sinistra. Sulla linea mediana toccherà a Biglia (in vantaggio su Ledesma) assistito da Onazi. Keita dovrebbe completare il tridente formato con Klose e Candreva. Ovviamente Perea si candida per la staffetta con il centravanti tedesco. E Felipe Anderson insidia il fantasista azzurro senza trascurare la possibilità di assistere al debutto Kakuta, l’esterno francese che sta impressionando durante gli allenamenti a Formello. Mauri partirà dalla panchina, pronto a subentrare.

Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy