Lazio-Juve Stabia: 5-1, show di Antic e Keita

Lazio-Juve Stabia: 5-1, show di Antic e Keita

STADIO FERSINI – La primavera di Bollini è tornata a volare, grazie alla roboante vittoria per 5-1 contro la Juve Stabia, dopo gli ultimi scialbi pareggi contro Palermo e Ternana. Soprattutto nell’ultima trasferta umbra, la Lazio si era fatta raggiungere nonostante i due gol di vantaggio e la superiorità numerica,…

STADIO FERSINI – La primavera di Bollini è tornata a volare, grazie alla roboante vittoria per 5-1 contro la Juve Stabia, dopo gli ultimi scialbi pareggi contro Palermo e Ternana. Soprattutto nell’ultima trasferta umbra, la Lazio si era fatta raggiungere nonostante i due gol di vantaggio e la superiorità numerica, suscitando parecchie critiche. Oggi gli aquilotti biancocelesti hanno risposto alla grande, con una prestazione che ha spazzato via le vespette di mister Turri. Partita senza storia sin dai primi giri di lancette. Grande prestazione dei nuovi volti laziali, come quelli di Antic e Keita, scatenati fin dai primi minuti di gioco. E’ proprio da un’azione dell’inarrestabile ex-Barcellona, che nasce il penalty del vantaggio, finalmente trasformato da Falasca reduce da due errori consecutivi dagli undici metri.



Già al 33′ il risultato è praticamente in cascina, grazie al raddoppio di Crecco che sfrutta una sbandata delle difesa ospite. C’è gloria per tutti quest’oggi al centro sportivo biancoceleste, anche per l’altro ragazzo di scuola blaugrana Tounkara, che con la complicità del portiere avversario Capuano al 36′ mette la gara in archivio. La ripresa è quasi accademia, ma senza i cali di concentrazione recenti, anzi. Keita cerca la gioia personale in tutte le maniere, ma senza fortuna. Sorte che invece assiste Crecco, quando al 56′ con un tiro da fuori buca le mani di Capuano, anche qui non esente da colpe: Doppietta per il giovane centrocampista. Dopo due minuti è il turno di Antic, che piazza il poker con un preciso tiro all’angolino. Poi una piccolissima flessione, questa volta indolore, che porta i campani a segnare il gol della bandiera di Sorriso su rigore. La manita laziale si chiude con la rete del difensore Bilali, altro ragazzo arrivato in estate, che raccoglie una respinta su ennesima conclusione di Antic. E’ il festival delle new-entry, questa Lazio cresce.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy