PRIMAVERA – Bollini: ”Arbitraggio penalizzante..”

PRIMAVERA – Bollini: ”Arbitraggio penalizzante..”

STADIO FERSINI – A margine del discusso pareggio contro il Catania per 1-1, il mister della Primavera Alberto Bollini si è concesso ai microfoni dei giornalisti presenti: “Il Catania ha ottenuto quello che voleva, la Lazio non ci è riuscita. Meritavamo di più anche se non siamo stati brillantissimi, ma…

STADIO FERSINI – A margine del discusso pareggio contro il Catania per 1-1, il mister della Primavera Alberto Bollini si è concesso ai microfoni dei giornalisti presenti: Il Catania ha ottenuto quello che voleva, la Lazio non ci è riuscita. Meritavamo di più anche se non siamo stati brillantissimi, ma il verdetto è stato di pareggio e dobbiamo accettarlo. Nella crescita del settore giovanile c’è anche la componente caratteriale, dove oggi siamo stati sopraffatti  dalle pause volute dagli avversari. Ci sono state troppe interruzioni nel primo tempo e purtroppo noi abbiamo abbassato i ritmi. Giocare con un avversario così malizioso non era facile. La squadra comunque si è battuta fino alla fine con determinazione e voglia di vincere, questo mi è piaciuto”.

Lazio che soffre di fronte ad avversari così “Esperti”? 

E’ vero , ma se dobbiamo insegnare certe malizie non parliamo di settore giovanile. Noi dobbiamo fare tesoro di certi episodi e di alcune letture della partita, attenti a non innervosirci. Perchè  il nervosismo non è amico della lucidità e della tattica e in cinque minuti di follia generale, abbiamo subito una punizione e ci siamo fatti infilare”. 

Arbitraggio condizionante?

“Gli arbitri della Primavera  dirigono partite panche in Lega Pro, sono abituati ad arbitrare i più grandi  e non credo difettino di personalità. Il problema è che hanno sempre dei collaboratori diversi e a volte magari il linguaggio non è lo stesso. Oggi siamo stati un po’ penalizzati, la direzione ci ha tolto qualcosa.  L’espulsione di Tounkara? parlerò con il ragazzo, mentre la mia espulsione e quella del mio vice mi sembrano assurde”. 

Quali obiettivi per il prossimo Torneo di Viareggio?

“Geograficamente certo non si può parlare di Viareggio e non troveremo certo un clima equatoriale. Giocheremo a temperature basse e su un campo difficile. Come al solito ci è capitato un girone difficile, con Stella Rossa, Juve Stabia e l’incognita degli uruguaiani. Da domani penseremo a preparare questo torneo, che sarà un ‘esperienza per crescere, dove la rosa deve farsi trovare pronta”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy