PRIMAVERA – Bollini :’ Keita?Lasciamolo..’

PRIMAVERA – Bollini :’ Keita?Lasciamolo..’

FORMELLO ( Campo Mirko Fersini) – Alberto Bollini è intervenuto a fine gara per commentare il pareggio con il Palermo. ” Mi posso ritenere soddisfatto della prestazione dei ragazzi di oggi. A livello di intensità e qualità di gioco. Quando la squadra va sopra tenta sempre di attaccare. Abbiamo attaccato…

FORMELLO ( Campo Mirko Fersini) – Alberto Bollini è intervenuto a fine gara per commentare il pareggio con il Palermo. ” Mi posso ritenere soddisfatto della prestazione dei ragazzi di oggi. A livello di intensità e qualità di gioco. Quando la squadra va sopra tenta sempre di attaccare. Abbiamo attaccato bene sugli esterni. Portando Malele, cosa anomala per un ragazzo che sabato sera ha giocato con la prima squadra hanno fatto capire che ci tengono molto a questo campionato. Quando giochiamo un calcio veloce, contro un avversario valido, mi fa piacere. Noi eravamo 5 95 e un novantasei, quindi eravamo un pò più ineseprti. Il tenore agonistico è rimasto alto, quando i giocatori hanno dato tutto ed hanno i crampi a fine gara, non posso non essere soddisfatto.”

Sulla disponibilità del trio offensivo ammette: “Aumenta la competizione e c’è più possibilità di scelta. Fino al girone d’ andata abbiamo avuto Lombardi e Vivacwua giocatori molto validi.”



L’ obiettivo futuro è solo uno: ” In sei punti siamo sei squadre, per l ‘accesso diretto alla final eight, dobbiamo provarci anche noi. Sappiamo che gli scontri diretti saranno fondamentali. Il Napoli l oconosciamo il Catsna, pure, poi c’è un Palermo dotato di grande fisicità. Non sarà facile.”

Sulla possibilità che la squadra possa diventare il migliore attacco ammette: ‘ Abbiamo fatto 34 gol, il Catania mi sembra 33. Non so se siamo il migliore attacco, sarà il campo a decidere. I nostri avversari hanno Malele e Bollino che è stato il capocannoniere della passata stagione. Senza dimenticare Sanseverino che gioca in serie A.”

 Su Keita ha le idee chiare:”Troppi proclami non vanno troppo bene, si sta facendo troppo clamore intorno a lui. Sarà il campo a decidere dove potrà arrivare, insieme al direttore sportivo e all’ allenatore della prima squadra. Ha delle potenzialità importanti, ma bisogna lasciarlo crescere in pace. Ha una storia particolare alle spalle e qualità importanti, ma la Primavera non è solo Keita.”

Federico Terenzi – cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy