Semplificando si vince

Semplificando si vince

di Francesca CuccuiniFORMELLO – Primo tempo sottotono per la squdra di Simone Inzaghi che inizia quasi a far rimpiangere Alberto Bollini. Si torna negli spogliatoi con lo svantaggio inflitto da Gondo e la consapevolezza di aver ancora molto da corregere. Sembra quasi un’involuzione quella biancoceleste, dettata da passaggi che non…

di Francesca Cuccuini

FORMELLO – Primo tempo sottotono per la squdra di Simone Inzaghi che inizia quasi a far rimpiangere Alberto Bollini. Si torna negli spogliatoi con lo svantaggio inflitto da Gondo e la consapevolezza di aver ancora molto da corregere. Sembra quasi un’involuzione quella biancoceleste, dettata da passaggi che non arrivano mai a destinazione e rigori sbagliati. La maledizione dei penalty oggi è stata spezzata da Elez che, dopo cinque massime punizioni sprecate, ha messo a segno il gol della rimonta. Prima di lui ci ha pensato il solito Minala a prendere per mano la squadra e riportare la situazione in parità all’inizio della ripresa.

 

Dopo la scossa iniziale è tutto un crescendo: Serpieri e compagni capiscono che per rimontare bisogna remare nella stessa direzione e si impegnano molto più rispetto ai primi quarantacinque minuti. Minala capisce che per vincere non serve giocare difficile ma si può puntare alto anche semplificando i movimenti e sfruttando le corsie laterali con più frequenza. Infatti, dopo il primo vantaggio, porta a casa anche la doppietta personale per incrementare un risultato da difendere e magari ingrandire in terra toscana. Gli aquilotti mostrano di tenerci e questo sfocia nel pianto di capitan Serpieri che, per un’evitabile ammonizione, si autopunisce: era diffidato e salterà la partita di ritorno dandosi il cambio con il rientrante Pollace.

cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy