Manita laziale! Tira, eurogol e sfortuna

Manita laziale! Tira, eurogol e sfortuna

FORMELLO – Una Lazio cinica, solida in difesa e che, giornata dopo giornata, si conferma un gruppo di valore e futuro protagonista dellla stagione Primavera. Combiando gli ordine degli addendi, con l’inevitabile ricambio generazionale che ha portato l’abbandono di 8 su 11 titolari dell’anno passato (Zampa, Ceccarelli, Onazi, Crescenzi, Sani,…

FORMELLO – Una Lazio cinica, solida in difesa e che, giornata dopo giornata, si conferma un gruppo di valore e futuro protagonista dellla stagione Primavera. Combiando gli ordine degli addendi, con l’inevitabile ricambio generazionale che ha portato l’abbandono di 8 su 11 titolari dell’anno passato (Zampa, Ceccarelli, Onazi, Crescenzi, Sani, Sbraga, Barreto e Cilfone), il risultato non sembra cambiare. Quello di oggi, contro i ragazzi della Ternana, provenienti da una finale Berretti, è stato di un sonoro 5-1 per il colori biancocelesti. I volti nuovi del campionato 2012-2013, l’anno scorso con gli Allievi Nazionali di Inzaghi, convincono tutti: Da Cataldi a Crecco, passando per Lombardi e Filippini, senza dimenticare il neo-acquisto Falasca. Dei “vecchi”(si fa per dire, anch’essi giovanissimi, tutti classe ’94 e ’95) invece, si ha la sensazione di piena affidabilità. Antonio Rozzi, oggi fregiato della fascia di capitano, è un vero trascinatore e fuoriclasse, mentre Serpieri, Ilari e Scarfagna mostrano il passo dei veterani. Sorprende invece Tira, finalmente determinato e volitivo sul terreno di gioco come non mai, ma sfortunatissimo oggi dopo l’ennesimo fallo subito, dove nell’atterrare si è procurato una frattura del polso destro. Un vero peccato, anche oggi aveva marcato il tabellino con uno splendido tiro al volo, senza contare l’assist servito a Rozzi(doppietta per lui) per il raddoppio. Mister Bollini si è molto dipiaciuto, ha dedicato la vittoria all’attaccante romeno, ma anche chi subentra dimostra di avere le qualità per mettersi in competizione con chi parte davanti. E’ il caso di Lombardi e De Francesco, a segno iniziando dalla panchina, dimostrando grande voglia e spirito di squadra. La nidiata è quella giusta, questi aquilotti potrebbero ripetere lo splendido volo dei compagni dell’anno passato, intando si possono godere la terza vittoria consecutiva su tre gare ufficiali.

LE PAGELLE:

Scarfagna 6.5, Serpieri 6.5, Mazzei 6, Ilari 6.5, Filippini 7, Cataldi 6.5(dall’80’ Andreoli sv), Falasca 7, Crecco 7, Vivaqua 6(dal 77′ De Francesco 6.5), Tira 7(dal 52′ Lombardi 7), Rozzi 8

Francesco Pagliaro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy