A Formello scatta l’allarme

A Formello scatta l’allarme

ROMA – Il campanello suona forte, a Formello lo hanno sentito tutti, l’allarme è appena scattato: la Lazio è di nuovo in crisi, la discesa pare inarrestabile. Se n’è accorto Reja, ha parlato di sensazioni negative, le ha trasmesse alla squadra, ha chiesto il riscatto immediato a partire da domani…

ROMA – Il campanello suona forte, a Formello lo hanno sentito tutti, l’allarme è appena scattato: la Lazio è di nuovo in crisi, la discesa pare inarrestabile. Se n’è accorto Reja, ha parlato di sensazioni negative, le ha trasmesse alla squadra, ha chiesto il riscatto immediato a partire da domani sera. I biancocelesti stentano a decollare: a Catania hanno sbagliato l’approccio al match, contro il Ludogorets hanno sottovalutato l’impegno, il totale è di zero punti, pochi sorrisi e tanti fischi ricevuti tra campionato ed Europa League. L’attacco non segna più, è uno dei problemi maggiori: Klose è alle prese con un altro periodo no, Perea e Keita sono inesperti e troppo giovani per rialzare da soli la Lazio, Postiga da quando è a Roma non ha mai indossato un paio di scarpini.

 

E poi la difesa: Biava e Dias sono gli unici che offrono garanzie, ma per ovvi motivi non possono giocare tutte le partite. Cana e Ciani non sono all’altezza della situazione, hanno fallito tutte le occasioni, tanto impegno ma poca sostanza. Reja dovrà essere bravo, per la seconda volta consecutiva in poche settimane, a rianimare una squadra di nuovo alla deriva, priva di stimoli e che tra una settimana potrebbe ritrovarsi senza obiettivi.
La scossa del dopo Petkovic è già finita? Si vedrà, ma l’atteggiamento e gli ultimi risultati spaventano l’ambiente, sempre più depresso e scontento dall’attuale gestione societaria. Il tecnico goriziano cercherà di risollevare i suoi ragazzi, li caricherà, proverà a fissare nelle loro mente altri traguardi. Tenterà di farlo già a partire da domani sera, il Sassuolo in questo momento è un avversario scomodo, ma la Lazio non può fare calcoli. Reja per l’occasione sta pensando di tornare al 4-3-3, lo ha provato ieri a Formello, ma non è da escludere una conferma della difesa a 3. In porta ci sarà ancora Berisha, in difesa rientreranno Biava (ha smaltito l’ematoma al piede), Dias e Konko (giovedì sera aveva usufruito di un turno di riposo). A sinistra verrà confermato Radu, mentre a centrocampo potrebbe riposare Lulic: il bosniaco viene da una serie interminabile di partite, ha bisogno di staccare la spina, rischia di arrivare troppo scarico per il rush finale del campionato. Ledesma partirà dal primo minuto, farà coppia con Biglia (o giocherà al suo fianco in una mediana a 3), ci sarà anche il rilancio di Stefano Mauri. In attacco Klose dovrebbe essere ancora titolare: il tedesco fisicamente si sente bene e oggi insieme a Reja deciderà se guidare l’attacco contro il Sassuolo, oppure lasciare spazio a Perea. (Il Tempo)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy