AAA Vice-Ciro cercasi: perché non riprendersi Miro? Perché lasciarlo al Napoli?

AAA Vice-Ciro cercasi: perché non riprendersi Miro? Perché lasciarlo al Napoli?

Klose avrebbe già detto sì al Napoli. E pensare che ora la Lazio non ha un sostituto d’Immobile e il panzer sarebbe stato perfetto

ROMA – Certe storie non si spiegano, fanno dei giri immensi e poi ritornano. C’è ancora il fantasma di Miro alla Lazio dietro Ciro. Perché ora tutti invocano un’alternativa a Immobile, ma il club biancoceleste ce l’aveva già in casa. Invece ha scelto – e magari s’è già pentita – Djordjevic. Klose dice sì al Napoli, vuole andare all’ombra del Vesuvio. E questo dimostra che il panzer aveva ed ha ancora voglia di Serie A. Questo dimostra che le bugie di Tare hanno ancora le gambe corte: “Prima della vittoria con lo Sparta Praga, gli ho proposto un contratto di due anni con l’opportunità di diventare un punto di riferimento per la squadra – giurava il diesse a fine maggio, dopo le dichiarazioni al vetriolo di Klose – e anche un futuro in biancoceleste. Mi ha risposto: ‘No grazie, perché ho ricevuto un’offerta molto importante che mi piace. Ho deciso di porre fine al ciclo perché l’altra avventura è molto intrigante’. Ci aveva detto che ci avrebbe fatto sapere la sua scelta definitiva, ribadendomi che voleva tornare in Germania. Poi ci ho parlato anche in ritiro a Norcia e Miro mi ha detto che voleva lasciare già la scorsa stagione e la sua idea non era cambiata». Immediata era stata la controrisposta del panzer:  “Né a me né al mio procuratore sono mai state fatte proposte, scritte o verbali. Indipendentemente dal fatto che avessi deciso o meno di lasciare la Lazio».

ORGOGLIO E PREGIUDIZIO – La verità è che, con lo stipendio di Klose, il club biancoceleste ha potuto prendere Immobile. Guarda caso, a Ciro i 2,5 milioni di Miro. La verità è che Lotito e Tare volevano sbarazzarsi di un “peso ingombrante” nello spogliatoio: il tedesco voleva giocare ad ogni costo, come nelle ultime giornate della scorsa stagione. Eppure era stato lo stesso Inzaghi a invocarne la permanenza. Il tecnico lo riabbraccerebbe subito, ma forse ormai è troppo tardi. Klose e la Lazio si sono lasciati malissimo, probabilmente sarebbe impossibile ripetere l’operazione Mauri dello scorso agosto. Miro ha dignità e orgoglio, Lotito e Tare nessuna intenzione di richiamarlo. La Lazio sta nel mezzo, magari il ritorno avrebbe un prezzo: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy