Academy, il nome scatena il caos

Academy, il nome scatena il caos

ROMA – Disposto davvero a intitolare la nuova Academy persino a Chinaglia? «E’ giusto che porti il nome di chi ha fatto e rappresentato la storia della Lazio», assicurava Lotito venerdì. L’apertura si sta rivelando un boomerang in tempi di contestazione. Il sondaggio sta infatti riscuotendo il successo delle provocazioni:…

ROMA – Disposto davvero a intitolare la nuova Academy persino a Chinaglia? «E’ giusto che porti il nome di chi ha fatto e rappresentato la storia della Lazio», assicurava Lotito venerdì. L’apertura si sta rivelando un boomerang in tempi di contestazione. Il sondaggio sta infatti riscuotendo il successo delle provocazioni: da “Lotito vattene” a “Libera la Lazio”, sino al plebiscito per personaggi “indigesti” come Cragnotti. Ecco la prima regola del gioco, dunque, in corsa: l’ex presidente biancoceleste non verrà preso in considerazione, così come Nesta, Klose e Lulic71. «La nuova Academy sarà infatti intitolata alla memoria – spiega il team manager Manzini – e quindi a qualcuno che purtroppo non c’è più».

 

 

Così Long John balza in pole in classifica, insieme a Maestrelli, Piola, Lovati e Lenzini. Seconda norma: saranno valide solo le mail inviate a direzionecomunicazione@sslazio.it, non le “idee” sui social. Fra i quattro nomi più gettonati, lunedì prossimo alle 13, verrà estratto il vincitore, svelato il 26 maggio, giorno dell’inaugurazione dell’Academy (nonché “Giuliano Fiorini day”). I laziali stanno invadendo la posta della Lazio col nome di Chinaglia, non certo il “prediletto” di Lotito: «Se vincerà, non avremo alcun problema a intitolargli la struttura», assicurano a Formello. Ma c’è chi teme brogli. (Il Messaggero)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy