Alla scoperta di Kishna, il miglior tiratore dell’Ajax

Alla scoperta di Kishna, il miglior tiratore dell’Ajax

ROMA – Il piede l’ha calibrato per strada, mica col joystick davanti alla play. Spara, Kishna, spara. Eri il cecchino dell’Ajax, puoi diventare il tiratore biancoceleste. Farai a gara con Candreva, il migliore dell’ultima serie A. Nessun “lanciere” ha avuto quest’anno una percentuale di precisione al tiro come la sua…

ROMA – Il piede l’ha calibrato per strada, mica col joystick davanti alla play. Spara, Kishna, spara. Eri il cecchino dell’Ajax, puoi diventare il tiratore biancoceleste. Farai a gara con Candreva, il migliore dell’ultima serie A. Nessun “lanciere” ha avuto quest’anno una percentuale di precisione al tiro come la sua (66% su 36 tiri). In 34 partite 6 reti e 12 assist, i numeri di Kishna spiegano tutte le recriminazioni patriottiche dell’addio all’Olanda. Anche se le origini del nuovo gioiello biancoceleste sono indiane, come suggerisce il cognome e la pelle scura. Ricardo non è il classico puledro della scuderia Raiola, non è lo spavaldo Ibra né il galletto Pogba. Pur essendo nato all’Aja, nel 1995. La caratteristica comportamentale rientra senz’altro nei tre parametri lotitiani. Allora, Kishna, catechizzaci tutti dentro la porta. 

Cittaceleste.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy