Reja studia la Lazio in tv e prepara le sue mosse: appuntamento a domani

Reja studia la Lazio in tv e prepara le sue mosse: appuntamento a domani

ROMA – Dopo il giro di telefonate di routine, è attesa solo la stretta di mano con Reja. L”incontro e la fumata bianca sono rinviate a domani: Lotito è bloccato a Cortina, zio Edy non può ancora tornare a casa e riprendere la Lazio da dove aveva iniziato, a 5…

ROMA – Dopo il giro di telefonate di routine, è attesa solo la stretta di mano con Reja. L”incontro e la fumata bianca sono rinviate a domani: Lotito è bloccato a Cortina, zio Edy non può ancora tornare a casa e riprendere la Lazio da dove aveva iniziato, a 5 punti dalla zona retrocessione. Corsi, ricorsi e ricordi accompagnano il rientro a Formello di Reja, un anno e mezzo dopo la sua partenza. In realtà, la Lazio e Edy non si sono mai lasciati, è rimasto sempre un cordone ombelicale trasparente. Il goriziano ha gioito per quella Coppa Italia, che sente un po” sua: questa squadra la considera invece totalmente una sua creazione. L”ha studiata dall”esterno in questi mesi, con lucidità è pronto a riplasmarla a sua immagine e somiglianza, a portare le innovazioni che ha escogitato dalla tv. Da giorni, da quando è stato bloccato, medita addirittura di ripresentarsi a Formello con la difesa a tre. Non aveva mai funzionato neppure nella sua gestione, ma Reja riflette su una serie di accorgimenti che faranno volare la Lazio verso le zone alte della Serie A.

I GIOCATORI LO ASPETTANO. INZAGHI, IL VICE – Il retroscena: da mesi, alcuni giocatori biancocelesti lo chiamavano, invocavano il suo rientro. E ora la scelta sembra fatta da almeno una settimana. Il suo secondo sarà Simone Inzaghi. E” la decisione più automatica e per questo la più vantaggiosa. Reja è stato bloccato, non ha esitato un attimo a dire sì. S”era già offerto un mese fa, quando Lotito – dichiarazioni di facciata a parte – avrebbe già voluto salutare Vlado. Il presidente però sperava di poter arrivare a fine stagione e abbracciare direttamente Yakin. Il tecnico turco-svizzero è stato contattato per prendere subito in mano le redini della squadra, ma non ha avuto la forza di liberarsi dal Basilea, mettendo persino in imbarazzo l”amico Tare col presidente. Che, a sua volta, ha parlato al telefono anche con il Trap, senza successo. Reja, rumors a parte, non ha mai perso la pole position. Qualcuno pensava che, dopo averlo messo in standby domenica sera, Lotito avrebbe sorpreso tutti con colpi ad effetto. Oggi invece ha già riavuto un altro lungo contatto telefonico con Reja, domani dovrebbe ridargli la sua nave. I fuochi d”artificio di fine anno arriveranno solo a scoppio un po” ritardato. (Ilmessaggero.it)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy