Benvenuto Felipe, torna ad essere un predestinato

Benvenuto Felipe, torna ad essere un predestinato

ROMA – La S.S.Lazio ci presenta Caicedo: Potenza e muscoli per l’attacco biancoceleste. Felipe Caicedo, un numero nove naturale. Forte fisicamente, agile negli spazi ed estremamente lesto in area di rigore. Quando c’è da lottare, Caicedo non si tira mai indietro. Cresciuto calcisticamente nelle giovanili del club ecuadoregno Barcellona Sporting Club, il centravanti classe ’88 approda in Europa ad appena 16 anni. Un predestinato. Ad accoglierlo nel grande calcio, il Basilea. Bastano due stagioni a Caicedo per imporsi nel club svizzero. In questo modo l’ecuadoregno attira su di sé l’attenzione del Manchester City che lo acquista e lo fa debuttare in occasione del derby di Manchester. Il club inglese lo gira in prestito allo Sporting Lisbona. In terra portoghese Caicedo non trova spazio ed approda in Spagna, prima al Malaga, poi al Levante. Le esperienze successive vissute nella Lokomotiv Mosca e nell’Al-Jazira non valorizzano il talento dell’attaccante ecuadoregno che cerca il riscatto nuovamente in Spagna, ma questa volta tra le fila dell’Espanyol. Novantatré presenze e diciannove reti, questo lo score di Caicedo con la maglia biancazzurra della formazione catalana. Dal biancazzurro al biancoceleste della Prima Squadra della Capitale; per tornare ad essere un predestinato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy