CALCIOSCOMMESSE – Ilievski sotto torchio / IL PUNTO

CALCIOSCOMMESSE – Ilievski sotto torchio / IL PUNTO

di ALBERTO ABBATE CREMONA – Quattro ore sotto torchio davanti al gip Salvini. Ilievski sputa la sua verità: “Sì, ho incontrato Mauri”. Il capo degli Zingari, sbarcato ieri pomeriggio a Orio al Serio e costituitosi dopo quattro anni di latitanza, è stato subito interrogato questo pomeriggio. Ad ascoltarlo anche il…

di ALBERTO ABBATE

CREMONA – Quattro ore sotto torchio davanti al gip Salvini. Ilievski sputa la sua verità: “Sì, ho incontrato Mauri”. Il capo degli Zingari, sbarcato ieri pomeriggio a Orio al Serio e costituitosi dopo quattro anni di latitanza, è stato subito interrogato questo pomeriggio. Ad ascoltarlo anche il pm Di Martino (che lo risentirà solo prossimamente) e il capo della squadra mobile Nicola Lelario. Lo “sfregiato” ha confermato di aver incontrato il capitano della Lazio, Stefano Mauri, e il centrocampista del Genoa, Omar Milanetto, in occasione di Lazio-Genoa del 14 maggio 2011. Il primo a Formello, il secondo nell’albergo dove il Genoa era in ritiro. Non solo, Ilievski avrebbe parlato di una riunione prepartita fra le due squadre per concordare il risultato…”Finché accusa senza fornire prove o particolari concreti, siamo alla solita inchiesta giornalistica”, tuona a Cittacelesre, infastidito dai nuovi e soliti spifferi della Procura, Matteo Melandri, avvocato di Mauri.

 

 

Eppure a Cremona sono sempre più soddisfatti delle “prove” contro il capitano biancoceleste. “Emergono altri particolari schiaccianti dell’associazione a delinquere”, fanno sapere fonti investigative. In occasione di Lecce-Lazio del 22 maggio successivo, Ilievski ha confermato contatti con il gruppo degli ungheresi. Durante l’interrogatorio, Ilievski fatto nomi nuovi e chiamato in causa tre giocatori già prosciolti dalla giustizia sportiva, ma presenti nell’elenco dei 130 indagati dalla procura di Cremona nella maxi inchiesta sul calcioscommesse. Finita in serata la prima audizione, la seconda parte riprenderà domani: “Ilievski sta affrontando con chiarezza e serietà la propria posizione. Sta rispondendo alle domande dei magistrati”, ha dichiarato al termine il suo legale, l’avvocato Curatti.

 

Oggi Ilievski, che si é presentato davanti al giudice Salvini e al procuratore di Martino con un braccio fasciato per colpa di una caduta in mountain bike, avrebbe fatto una lista di partite truccate e tirato in ballo tre giocatori non di serie A  già a suo tempo prosciolti dalla giustizia sportiva.

L’avvocato Curatti

La prossima settimana il 38enne, ex agente della polizia speciale macedone, sarà sentito dal procuratore Roberto di Martino. Agli inquirenti, Ilievski vuole spiegare passaggi ancora oscuri dell’inchiesta, soprattutto quello legato alla sua visita a Formello, tirata in ballo già da Gegic. 

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy