CASA LAZIO / Insalata russa, nuvole cinesi e l’amatriciana sullo stomaco…

CASA LAZIO / Insalata russa, nuvole cinesi e l’amatriciana sullo stomaco…

Troppi appuntamenti falliti con il salto di qualità, troppe scelte discutibili (non vendere nessuno è stato il peccato originale del fallimento attuale), la gente non ci crede più, non vuole più Lotito..

ROMA – Dopo Bertarelli, i Casalesi, l’arabo che tifa Lazio, cinesi all’orizzonte, ecco l’insalata russa, fantomatici imprenditori di Putin pronti a comprare il club più antico della Capitale. A questo punto la domanda sorge spontanea: potrà mai esserci nel mondo Lazio una cosa normale, una trattativa con un reale imprenditore che non gioca a nascondino e fa capire di volere realmente il club? Impossibile, finora solo voci infondate e la certezza che i tifosi biancocelesti dovranno accontentarsi della solita amatriciana indigesta ad anni alterni. Lotito – scrive iltempo.it – non vuole vendere, lo ribadisce con la stessa frequenza con cui la difesa della Lazio subisce gol in questa stagione, e allora bisogna sperare che il presidente abbia fatto tesoro degli errori commessi e dia quei necessari segnali di discontinuità.Il terzo posto di Pioli, la fantastica cavalcata culminata lo scorso 31 maggio con l’impresa di Napoli, è ora solo una fotografia sbiadita in un album dei ricordi agrodolci dei dodici anni dell’attuale gestione. Troppi appuntamenti falliti con il salto di qualità, troppe scelte discutibili (non vendere nessuno è stato il peccato originale del fallimento attuale), la gente non ci crede più, non vuole più Lotito. Che ha ormai solo una possibilità, semmai possa bastare: costruire una squadra vincente aumentando investimenti e ingaggi oltre a rinforzare la struttura societaria con quel presidente immagine richiesto da molti. Nessuno vuole un’altra amatriciana ripassata in padella, serve un cambio di passo per riconquistare almeno i contestatori meno incalliti. E intanto sul mercato, un attaccante è molto più vicino di altri: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Recupera Password

accettazione privacy