CASA LAZIO / Miroslav Klose sogna di chiudere in bellezza

CASA LAZIO / Miroslav Klose sogna di chiudere in bellezza

Ma adesso nella testa c’è solo la Lazio, il campionato è ancora lungo e l’Europa potrebbe regalare soddisfazioni inaspettate, impensabili fino a qualche settimana fa…

D'Amico

Di Serena Cerracchio

ROMA – Ha realizzato il primo gol in stagione, ha interrotto uno stop lungo quasi sei mesi, s’è ripreso il posto con una zampata vincente. Miroslav Klose è tornato, ha trascinato la Lazio verso gli ottavi di finale d’Europa League, lo ha fatto giovedì sera contro il Galatasaray, ha siglato una rete scacciacrisi. La carriera è in bilico, il panzer è pronto al ritiro (in realtà non ha ancora deciso), ma prima sogna di chiudere in bellezza: Basilea non è più un miraggio, l’esperienza del tedesco potrebbe aiutare anche i compagni di squadra, nulla è impossibile.Pioli se n’è accorto, lo considera una risorsa importante, oggi deciderà se mandarlo in campo dal primo minuto con il Sassuolo: «Un grande giocatore si vede ovunque – ha svelato Klose in settimana – era passato un po’ di tempo dall’ultimo gol, a volte la rabbia fa la differenza. Non è semplice essere in forma a 38 anni, oltretutto ho pochi minuti nelle gambe. Io ci provo sempre e mi diverto anche se gioco poco. È importante rispondere presente quando serve, il resto non conta».Parole da leader, un vero esempio per tutti, Miro non s’è mai tirato indietro, ha capito la situazione, è rimasto in silenzio per non mettere in difficoltà l’allenatore. In settimana, durante gli allenamenti, si trasforma nel vice di Pioli, si ferma spesso e volentieri per aiutare i più giovani, è il primo ad arrivare e l’ultimo ad andare via. D’altronde il futuro sarà in panchina, la DFB lo corteggia da anni, Oliver Bierhoff gli ha già messo a disposizione una squadra Under, la prima avventura è dietro l’angolo. Ma adesso nella testa c’è solo la Lazio, il campionato è ancora lungo e l’Europa potrebbe regalare soddisfazioni inaspettate, impensabili fino a qualche settimana fa. Klose ha dimostrato di non essere finito, non è secondo a nessuno, può dare molto alla Lazio. Finalmente ha ripreso a segnare, l’ha fatto davanti all’amico Podolsky, è salito sul podio dei marcatori più esperti dell’attuale Europa: Miro infatti, classe 1978, ha fatto gol a 37 anni, 8 mesi e 16 giorni. Solo Daniel Hestad del Molde e l’ex interista Samuel (oggi al Basilea) hanno una media migliore del panzer biancoceleste (la statistica comprende tutte le reti realizzate quest’anno tra Europa League e Champions League). D’altronde soffriva terribilmente: «Ero un po’ incazzato», ha confessato a fine partita. E come dargli torto: Klose è il calciatore che ha segnato di più nella storia della Coppa del Mondo, ha divorato record incredibili, il digiuno lo rende nervoso.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy