Cataldi urla, si sbraccia: vuole diventare presto un leader. Ed i compagni gli concedono qualche parola nello spogliatoio…

Cataldi urla, si sbraccia: vuole diventare presto un leader. Ed i compagni gli concedono qualche parola nello spogliatoio…

Quale migliore occasione che un ritiro come questo…

Cataldi

ROMA – Urla, si sbraccia, incita i compagni e ascolta diligentemente i consigli dei più vecchi. Danilo Cataldi sta studiando da leader nel ritiro sotto le Tre Cime di Lavaredo. Il gioiellino biancoceleste si è mostrato da subito ben concentrato e pronto a dere il 100 per 100 per mettere in difficoltà Inzaghi. Davanti a lui c’è un gigante come Lucas Biglia, ma le ombre sul futuro dell’argentino lasciano tutto aperto. Ha voglia di conquistarsi i gradi sul campo e si vede. In allenamento e nelle partitelle in famiglia dirige il centrocampo con il giusto piglio, quello che gli è un po’ mancato nella passata stagione. Piano Piano – scrive Il Messaggero – sta tirando fuori il carattere, un tassello che gli manca per diventare un grandissimo giocatore. Per questo che i veterani lo stanno aiutando concedendogli anche qualche parola in più nello spogliatoio. Quale migliore occasione che un ritiro come questo, dove bisogna cominciare a spargere colla per unirsi in cìvista di una stagione che non si annuncia per nulla semplice. L’anno scorso ha collezionato 27 presenze totali tra coppe e campionato realizzando due gol e 5 assist. Troppo pochi per uno come lui. Di certo il rapporto con l’ex tecnico Pioli non era certo idilliaco e così spesso è finito in panchina e alle volte inghiottito dalla crepe di uno spogliatoio isterico. Anno nuovo, vita nuova. Ma ci sarà da tirare fuori le unghie perché servirà molta personalità per non inciampare di continuo e far sì che quella fascia donatagli per qualche minuto non resti solo un ricordo di gioventù. In questi primi giorni si sta allenando bene e lo stesso Inzaghi è rimasto molto colpito dal suo atteggiamento. L’occhio vigile di papà Francesco non lo molla un attimo. Anche lui lo martella spesso proprio sulla necessità di tirare fuori gli attributi. Danilo chiede spazio e intanto studia regia. Questo sarà l’anno della verità per Cataldi pronto a diventare grande.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy