Cena di addio, Klose saluta tutti. Tranne Keita, i serbi, Lotito e Tare – FOTO

Cena di addio, Klose saluta tutti. Tranne Keita, i serbi, Lotito e Tare – FOTO

La squadra e lo staff invitatati al ristorante “Le due lune”

ROMA Rerum gestarum oppure Klose accadute. Ovviamente, prima dell’addio al veleno di Miro. Mai una parola fuori posto, mai un gesto di stizza pubblico, sino a ieri sera. Nel giorno della sua festa, il panzer ha lanciato una bomba: “Lotito ha provato a trattenermi? Zero, non sono io ad andare via”. Smentito malamente a due ore di distanza l’ex amico-diesse Tare, che aveva sbandierato ai quattro venti la voglia di Miro di tornare in Germania. Dichiarazioni di Klose non prese bene (sopratutto per il tam-tam mediatico scatenatosi oggi) dalla società che oggi, tramite i soliti messaggeri di Formello faceva trapelare di aver offerto addirittura tre volte il rinnovo: la verità è che se n’era parlato a inizio-metà stagione, poi mai più. Gli strascichi della diatriba si vedono comunque in quest’ultima cena di Klose: al ristorante le “Due Lune” né Lotito, né Tare, né alcuni compagni. La Lazio aveva lasciato riportare nel pomeriggio il malcontento di alcuni giocatori, che stasera non avrebbero partecipato alla mensa di Miro. In realtà è stato il tedesco a non invitare né Keita, né i serbi Basta, Milinkovic e Djordjevic. Rimane un giallo il motivo della frizione, altri come Mauricio e Onazi erano già partiti. Candreva era nell’elenco degli ospiti, aveva già comunicato la sua assenza per motivi personali. Di sicuro però l’ultima cena di Klose è solo con apostoli biancocelesti scelti.

AGGIORNAMENTO ORE 20.00 – La location è il ristorante “Le due lune”, per il campione tedesco anche uno striscione lunghissimo con dedica: “Miro Klose in Italia, in Europa e nel Mondo per sempre il nostro vanto”

AGGIORNAMENTO ORE 20,30 – Tra gli invitati anche Tommaso Rocchi che, ai cronisti presenti ammette: “La Lazio farà fatica a trovare un altro Klose. Ho smesso con il calcio, prenderò patentino. Futuro alla Lazio? È’ stata la parte più importante della mia vita, mi piacerebbe molto“.

AGGIORNAMENTO ORE 20.35 – Il primo ad arrivare, dopo avergli regalato l’assist (col rigore) per il sessantaquattresimo gol è Senad Lulic con la consorte.

 

AGGIORNAMENTO ORE 21 – Dentro al ristorante “Le due Lune”, ci sono i componenti dello staff tecnico, i magazzinieri, il fotografo ufficiale Marco Rosi, ma anche gli ex biancocelesti Luciano Zauri e Roberto Baronio, oltre ai compagni di squadra Danilo Cataldi, Federico Marchetti, Stefan Radu, Etrit Berisha, Felipe Anderson, Stefan de Vriij, Lucas Biglia, Santiago Gentiletti, Abdoulay Konko, Stefano Mauri e Alessandro Matri.

FESTA1

Festa2

Festaw

KONKO

Cittaceleste.it

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy