Cercansi veri leader: Klose&Hernanes, la Lazio ha bisogno di voi

Cercansi veri leader: Klose&Hernanes, la Lazio ha bisogno di voi

ROMA – Tocca a loro. Perché quando le cose si mettono male spetta a chi ha più esperienza, più carisma togliere le castagne dal fuoco. Così Vlado Petkovic, in quello che è uno snodo fondamentale della sua avventura laziale, si affida a loro. Ai senatori del gruppo, ai leader, ai…

ROMA – Tocca a loro. Perché quando le cose si mettono male spetta a chi ha più esperienza, più carisma togliere le castagne dal fuoco. Così Vlado Petkovic, in quello che è uno snodo fondamentale della sua avventura laziale, si affida a loro. Ai senatori del gruppo, ai leader, ai giocatori in grado di indirizzare una partita anche solo con uno sguardo. Ed è per questo che, oggi a Parma, il tecnico di Sarajevo rimette in campo quasi per intero la vecchia guardia. A parte Keita in avanti e Onazi a centrocampo (quest’ultima è peraltro una scelta obbligata, visto che Gonzalez è indisponibile causa impegno con la nazionale uruguaiana).

 

 

Hernanes&Klose – Chiaro l’intento dell’allenatore di andare sul sicuro in un momento a dir poco delicato. Ma nella sua scelta c’è anche il tentativo, forse l’ultimo, di recuperare alla causa biancoceleste gli uomini-chiave, visto che finora il loro apporto non è stato quello che si attendeva. E’ il caso, in particolare, dei due giocatori qualitativamente più importanti che Petkovic ha a disposizione: Hernanes e Klose. L’anno scorso (ma anche in quello precedente) hanno tirato la carretta praticamente da soli. Quest’anno hanno finora limitato al massimo i rispettivi acuti. Nella partita che precede gli impegni in nazionale (cui entrambi tengono parecchio) la speranza di Petkovic è che i due riattacchino la spina in maniera continuativa. «E’ un problema di tranquillità – diceva ieri Petkovic a proposito del Profeta -. A noi serve l’Hernanes dell’anno scorso, ma non dipende solo da lui». Il ragionamento vale pure per Klose che, peraltro, rispetto al brasiliano ha l’attenuante di un infortunio che lo ha tenuto a lungo lontano dai campi di gioco. Ma, ora che è tornato a giocare in maniera stabile, Klose deve necessariamente tornare il trascinatore e il goleador che è stato nei primi due anni di Lazio.

Gli altri – Ai piedi di Hernanes e Klose sono legati i destini biancocelesti a breve e lungo termine. Ma non solo ai loro. Indispensabile è anche l’esperienza e l’estro di altri senatori. Dagli azzurri Candreva e Marchetti al capitano Ledesma, passando per Konko e Radu che, salvo ripensamenti, saranno in campo nonostante i rispettivi acciacchi. Quella di oggi a Parma è una di quelle partite che rappresentano un crocevia decisivo di una stagione. Petkovic ha deciso di giocarsela con la vecchia guardia. Convinto che i senatori non lo tradiranno. (Gazzetta dello Sport ed.Romana)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy