CI SIAMO – La Lazio oggi scopre l’avversaria-Champions! / GRAFICA

CI SIAMO – La Lazio oggi scopre l’avversaria-Champions! / GRAFICA

ROMA – Da noi saranno le 12, a Shangai sarà già tardo pomeriggio: a Nyon, nel quartier generale dell’Uefa, verrà fuori il nome dell’avversaria della Lazio nei play off di Champions League, la doppia sfida (andata 18-19 agosto, ritorno 25-26) che mette in palio l’accesso alla fase a gironi. Pioli…

ROMA – Da noi saranno le 12, a Shangai sarà già tardo pomeriggio: a Nyon, nel quartier generale dell’Uefa, verrà fuori il nome dell’avversaria della Lazio nei play off di Champions League, la doppia sfida (andata 18-19 agosto, ritorno 25-26) che mette in palio l’accesso alla fase a gironi. Pioli e i suoi ragazzi scopriranno il nome degli avversari poco prima dell’ora di cena, alla vigilia di Juve-Lazio che mette in palio il primo trofeo della stagione.

Le insidie. Dopo l’eliminazione della Ajax – scrive il Corriere dello Sport – la prima a cadere martedì, ci si era un po’ illusi: perché la Lazio fosse testa di serie al sorteggio di oggi dovevano andare fuori anche Shakhtar e Cska Mosca (ed era anche possibile, visti i risultati delle sfide d’andata) ma così non è stato e non ci si può fare nulla. Pochi calcoli da fare, la situazione è già molto chiara: il pericolo numero uno per la squadra di Pioli si chiama Manchester United, ma in quell’urna ci saranno anche Valencia, Bayer Leverkusen, Shakhtar Donetsk e Sporting Lisbona, citate in rigoroso ordine di ranking Uefa che tutto sommato dovrebbe rispecchiare anche i reali valori del campo.

Incubo United. Depay, Schweinsteiger e il nostro Darmian sono i volti nuovi della squadra di Van Gaal, che si ripresenta in Europa dopo un anno di quarantena, avendo retto il colpo sul piano finanziario ma un po’ meno su quello dell’orgoglio. In Premier League i Red Devils l’anno scorso hanno fallito l’aggancio al terzo posto, ora non possono sprecare la chance ai play off, essendo la grande favorita.

 

Valencia e Bayer. Come il Manchester United, anche il Valencia torna nelle coppe dopo un anno di assenza. Come la Lazio, del resto, che punta al ritorno in Champions League dopo sette anni: nel 2013-14 arrivò sino ai sedicesimi di finale di Europa League. Delle potenziali rivali lo Shakhtar è l’unica già rodata: a parte lo spareggio Q3 con il Fenerbahçe, ha già disputato tre giornate di campionato. Il Bayer Leverkusen del nostro Giulio Donati, invece, l’anno scorso si è fermato agli ottavi di Champions contro l’Atletico.

La formula. La Lazio è inserita nella League Route del tabellone, la parte riservata ai piazzati in campionato. Le cinque vincenti, insieme alle cinque che supereranno il turno nella Champions Route, si aggiungeranno alle 22 squadre già ammesse alla fase a gironi. Se passasse il turno il Valencia, la Spagna sarebbe la prima squadra ad avere 5 club alla fase a gironi grazie al nuovo format: c’è in più il Siviglia, detentore dell’Europa League.

Market pool. Chi perderà i play off sarà retrocesso in Europa League. Rispetto al passato, però, avrà in dote il 10% del market pool della Champions (per l’Italia vale circa 9 milioni), oltre a 3 milioni di euro di borsa per aver giocato i play off. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy