Corriere della Sera: “La Lazio punta su Inzaghi-Reja. Edy sarà l’«allenatore ombra»”

Corriere della Sera: “La Lazio punta su Inzaghi-Reja. Edy sarà l’«allenatore ombra»”

Due allenatori, proprio come le due anime della Lazio. Da una parte il Reja-tris, il mercato laziale sembra apparecchiare questa opzione e l’appuntamento previsto per domani o venerdì con Lotito potrebbe portare a un nuovo accordo per la prossima stagione. Dall’altra il cambio radicale, Simone Inzaghi, che porta i connotati…

Due allenatori, proprio come le due anime della Lazio. Da una parte il Reja-tris, il mercato laziale sembra apparecchiare questa opzione e l’appuntamento previsto per domani o venerdì con Lotito potrebbe portare a un nuovo accordo per la prossima stagione. Dall’altra il cambio radicale, Simone Inzaghi, che porta i connotati esatti del progetto giovani, la spinta interna da parte del d.s. Igli Tare e pure una ventata di freschezza che, di sicuro, non andrebbe a gravare sulla questione ambientale. Alla quale la società proverà ad opporre contromisure nella campagna abbonamenti (super-sconti in arrivo?).
In ogni caso il futuro della panchina della Lazio è sempre più legato a due nomi soli, gli altri candidati perdono credito man mano che passano i giorni: Allegri è un sogno economicamente insostenibile, Zenga rappresenta un rischio eccessivo, mentre Pioli resiste più degli altri non fosse altro che per la recente rescissione del contratto col Bologna nonché per i costi più che abbordabili. Per questo, di tante strade aperte per la panchina siamo giunti al bivio: o Reja o Inzaghi.

 

Nei progetti originali c’era proprio la successione dei due tecnici: Edy che si occupa della Lazio in questa fase (biennale) di transizione per poi consegnarla l’anno prossimo a Simone, il cui futuro da allenatore biancoceleste è deciso e dichiarato dal presidente. Il vortice della contestazione, però, ha finito per risucchiare anche Reja e avventurarsi in una stagione con l’handicap di una frattura scomposta con i tifosi renderebbe davvero tutto più difficile. Così quella di anticipare l’avvicendamento è una riflessione reale, visto pure il gruppo di baby che dall’11 al 24 luglio saranno ad Auronzo. Non è un caso, forse, che anche le firme sul nuovo contratto di Keita tardino ad arrivare, la scintilla con Reja non è mai scoccata. Certo, il talento biancoceleste non saluterà quest’anno, anche se il passaporto spagnolo in arrivo potrebbe aprirgli le porte della Premier. Ma non sarà nemmeno una bandiera della Lazio visto che la società lo definisce «prospetto da 45 milioni»: partirà appena raggiunta la cifra giusta. Così potrebbe saltare fuori il compromesso: un ruolo da allenatore-ombra per Reja, pronto a subentrare in caso di necessità. Dalla scelta, comunque, non dipende il mercato, che va avanti. Ieri la Lazio ha praticamente chiuso per il portoghese Antunes, 27enne terzino sinistro transitato dalla Roma, dal Lecce e dal Livorno prima di dare qualche segno di vita nel Malaga.È la mossa che spiana la strada alle cessioni di Lulic e Radu? (Corriere della Sera)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy