CORSPORT – Incubo Lazio in vista di Shanghai

CORSPORT – Incubo Lazio in vista di Shanghai

Distorsione per l’Braafheid, Radu stirato, Lulic squalificato: Pioli in emergenza a Shanghai ROMA – Da esodato a ripescato: potrebbe essere il destino di Abdoulay Konko, considerato ai margini della Lazio e nella lista degli indesiderati dall’estate 2014, quando gli era stato comunicato che non rientrava nei piani. Nelle intenzioni della…

Distorsione per l’Braafheid, Radu stirato, Lulic squalificato: Pioli in emergenza a Shanghai

ROMA  – Da esodato a ripescato: potrebbe essere il destino di Abdoulay Konko, considerato ai margini della Lazio e nella lista degli indesiderati dall’estate 2014, quando gli era stato comunicato che non rientrava nei piani. Nelle intenzioni della società – scrive il Corriere dello Sport –  viene tuttora considerato in uscita, ha un ingaggio pesante e ad un anno dalla scadenza si potrebbe liberare. Oggi, però, c’è da chiedersi se non faccia invece ancora comodo a Pioli, perché i terzini sono finiti e il tecnico emiliano rischia di presentarsi in emergenza a Shanghai. L’incubo della fascia sinistra si è ripresentato puntuale prima ancora che scattassero gli impegni ufficiali. Radu è stirato, Braafheid è finito ko per una distorsione alla caviglia, Lulic è squalificato. I primi due sono in dubbio e non ci sono certezze di pieno recupero. Pioli potrebbe contare soltanto su Konko, cresciuto nel settore giovanile della Juve, terzino destro abituato all’occorrenza a muoversi sulla fascia sinistra, oppure sul baby Moustapha Seck, senegalese classe ‘96, ex Barcellona, mancino della Primavera di Inzaghi arrivata alla finale scudetto. Pioli lo ha aggregato alla prima squadra per il ritiro di Auronzo, ha mezzi fisici importanti, deve crescere dal punto di vista tattico.  

Braafheid ko. La Lazio ci punta per il futuro, ma è troppo presto considerarlo all’altezza dei titolari. Il ds Tare avrebbe voluto investire su un nuovo terzino sinistro, poi in società sono state fatte altre valutazioni. E’ stato rinnovato il contratto di un anno a Braafheid e Radu ha invece prolungato al 2020: nessuno dei due è pienamente affidabile dal punto di vista atletico e puntuali sono arrivati gli infortuni. Il terzino romeno, che si era operato di ernia inguinale alla fine di maggio, è stato a riposo completo durante le vacanze e si è stirato all’inizio del ritiro di Auronzo. Lesione di primo grado da cui ne sta uscendo. Tra lunedì e martedì dovrebbe tornare sul campo, ma i tempi sono ridotti e la sua preparazione dovrà ripartire da zero. Farà in tempo per acquistare una buona condizione che gli permetta di giocare a Shanghai? Nei test con Vicenza e Anderlecht, Pioli aveva utilizzato Braafheid. L’olandese è stato toccato duro da Lulic nell’allenamento di giovedì pomeriggio: caviglia destra fasciata, ieri all’ora di pranzo si è presentato con le stampelle alla Paideia. Niente fratture, escluse lesioni ai legamenti, ma si tratta di una distorsione e Braafheid dovrà restare a riposo per una settimana. Tra giovedì e venerdì prossimo lo staff medico lo sottoporrà a nuovi accertamenti. Potrebbe servire una decina di giorni: ci sono i margini per un recupero, ma non esistono certezze e oggi va considerato in dubbio. 

Jolly Gentiletti. Non è partita bene la stagione. La Lazio ha bisogno di allenarsi e di crescere come condizione atletica: si sono aggiunti diversi imprevisti. A metà giugno Stefan De Vrij si è operato di ernia inguinale (caso simile a Radu) e soltanto ieri mattina è entrato nel gruppo. Ha bisogno di recuperare, di entrare in forma e il clima caldo-umido di Shanghai non favorirà i giocatori. Peraltro la Lazio deve prepararsi ai preliminari di Champions, altri infortuni metterebbero in grande difficoltà il tecnico emiliano, che forse potrebbe ricorrere ad un’opzione sinora non considerata: Gentiletti a sinistra nella linea difensiva a quattro, è un ruolo ricoperto dall’argentino ai tempi del Brest e all’inizio della carriera in Argentina. In questo caso uno tra Mauricio e Hoedt si giocherebbero il posto accanto a De Vrij, che conta di rimettersi in pari con pochi allenamenti. Ieri sono rimasti a riposo Mauricio e Klose per il secondo giorno consecutivo. Biglia comincerà ad allenarsi mercoledì a Formello e avrà solo dieci giorni (compreso un viaggio intercontinentale) per prepararsi alla Supercoppa. Parolo dovrà scontare un turno di squalifica e Morrison si è fermato nell’amichevole con il Vicenza per una distorsione pesante alla caviglia sinistra. Onazi, Cataldi e Biglia, più il baby Oikonomidis, oggi sono gli unici centrocampisti di ruolo a disposizione di Pioli. Davanti Klose e Djordjevic si giocheranno il posto di centravanti. Keita proverà a insidiare Candreva e Felipe Anderson. Ci sono altre due amichevoli, con Sigma Olomouc e Mainz, per provare. 

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy