CRISI – Incatenati per sostenere il Bar della Pace

CRISI – Incatenati per sostenere il Bar della Pace

Tutti in fila legati da una sottile catena. Anche in senso metaforico. I dipendenti dello storico “Bar della Pace” si sono ritrovati questa mattina per protestare contro una chiusura che lascerebbe senza lavoro molti padri di famiglia. Questa mattina via della Pace, nel centro storico di Roma, era tutta dedicata…

Tutti in fila legati da una sottile catena. Anche in senso metaforico. I dipendenti dello storico “Bar della Pace” si sono ritrovati questa mattina per protestare contro una chiusura che lascerebbe senza lavoro molti padri di famiglia. Questa mattina via della Pace, nel centro storico di Roma, era tutta dedicata a loro. A partire dalle nove e mezza la gente ha continuato ad aggiungersi pian piano per ricoprire l’intero perimetro del locale che, nonostante l’interrogazione parlamentare, non riceve il giusto interesse da parte delle istituzioni a partire dal sindaco capitolino in carica Ignazio Marino.

 

Lo sfratto sembra ormai imminente vista la decisione del Pontificio Istituto Teutonico di Santa Maria dell’Anima che è da tempo padrona dell’intero palazzo storico che al piano terra viene occupato proprio dal locale protagonista delle romantiche serate romane che hanno visto tra i frequentatori assidui anche molta gente dello spettacolo e del cinema internazionale. Il “Bar della Pace” è ormai punto di ritrovo dal lontano 1891, ma rischia di morire visto che non verrà quasi certamente concesso il rinnovo del contratto d’affitto. L’unico modo per fermare questo avvenimento è richiamare l’attenzione delle alte cariche politiche e magari religiose visto che, oltre i proprietari, almeno venticinque famiglie, si ritroverebbero prive di lavoro in un momento tanto difficile quanto irrecuperabile per l’intera nazione italiana. il “Bar della Pace” è solamente un piccolo tassello del grande mosaico composto da una crisi che sembra non avere fine. 

 

Cittaceleste.it 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy