De Vrij: il Generale è tornato, e se si mette anche a segnare…

De Vrij: il Generale è tornato, e se si mette anche a segnare…

L’olandese è tornato titolare al centro della difesa biancoceleste, disputando una buona partita contro il Sassuolo. Oltre alle capacità difensive, ha anche trovato il secondo gol in campionato

di Lorenzo Ottaviani

ROMA – Svetta su tutti e corregge in rete l’assist al bacio di Luis Alberto. Il gol realizzato da Stefan de Vrij ha portato in vantaggio la Lazio sul Sassuolo, aprendo la strada alla goleada andata in scena nel secondo tempo del match dell’Olimpico. Il centrale olandese si è reso protagonista di una buona prova, malgrado il fallo che ha portato al rigore – piuttosto generoso – su Matri e nonostante non fosse al meglio fisicamente, come rivelato al vice allenatore del’Olanda Ruud Gullit qualche giorno fa. I biancocelesti non hanno più intenzione di fare a meno del forte difensore, che ormai è il vero Generale del reparto arretrato.

GENERALE OLANDESE

de-vrij8

“Generale dietro la collina, ci sta la notte crucca e assassina”. Scomodando De Gregori possiamo capire alcune delle prerogative che rendono Stefan de Vrij il Generale della difesa biancoceleste. L’olandese infatti conosce i pericoli a cui può andare incontro, ma è sicuro di sé e dei propri mezzi tanto da riuscire a sviluppare una personalità da leader silenzioso che gli consente di farsi ascoltare dai compagni di reparto senza particolari problemi. Un condottiero dal punto di vista tecnico e anche comportamentale. Corretto in campo e irreprensibile al di fuori, l’ex-Feyenoord si è preso la Lazio a suon di prestazioni difensive di livello, tanto che la società vuole far di tutto per rinnovargli il contratto e trattenerlo all’ombra del Colosseo. In questo periodo inoltre, de Vrij sta anche scrivendo il suo nome nel tabellino dei marcatori: gol contro il Napoli prima dell’infortunio, gol contro il Sassuolo al rientro. Se consideriamo che ha già raggiunto il suo record di reti in biancoceleste realizzate in un anno, ci sono alte probabilità l’olandese possa aumentare il bottino nel corso della stagione. Malgrado le sue qualità, sembra che la difesa capitolina abbia elementi validi per coprire l’eventuale assenza del numero 3.

VALIDE ALTERNATIVE

wallace-juve

Rispetto al passato, la sensazione che si ha è che dietro a de Vrij non ci sia più il vuoto. Infatti quando l’infermeria si sarà svuotata, la Lazio potrà contare non solo sul brasiliano Wallace – ormai un vero e proprio titolare -, l’angolano Bastos, il reintegrato Mauricio e l’esperto Radu, protagonista finora di prestazioni praticamente impeccabili. Infine, non si può non notare la crescita del giovane Luiz Felipe Ramos. Il classe ’97 è forse la sopresa più gradita emersa nell’ultimo periodo. Gli infortuni dei compagni di reparto hanno permesso al brasiliano di farsi notare nelle ultime giornate. Che sia lui il futuro della difesa della Prima Squadra della Capitale? La gara contro il Sassuolo ha messo in evidenza anche altri calciatori laziali: CONTINUA A LEGGERE

13.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy