DOMANI SI GIOCA – Parolo, corsa e cuore per la Lazio

DOMANI SI GIOCA – Parolo, corsa e cuore per la Lazio

ROMA – L’assenza per squalifica, nella partita contro la Fiorentina, non si è poi sentita così tanto. Ma ciò non toglie che Marco Parolo è uno dei super titolari di questa Lazio. Perché Pioli ci ha puntato da subito: nel progetto che aveva in mente il tecnico Parolo era uno…

ROMA – L’assenza per squalifica, nella partita contro la Fiorentina, non si è poi sentita così tanto. Ma ciò non toglie che Marco Parolo è uno dei super titolari di questa Lazio. Perché Pioli ci ha puntato da subito: nel progetto che aveva in mente il tecnico Parolo era uno dei punti fondamentali. E ora, quando siamo arrivati praticamente all’ultima parte di stagione, sul bel percorso biancoceleste c’è anche la firma dell’ex Parma. Intermedio di centrocampo, prezioso nel lavoro di raccordo tra le due fasi, Parolo ha dato un gran bel contributo all’attuale terzo posto in campionato. Tanto che viene considerata una delle rivelazioni del rendimento biancoceleste.

 

 

RIENTRO – Domani sul campo del Torino tornerà titolare dopo lo stop deciso dal giudice sportivo. Il suo reinserimento nei primi undici e la contemporanea assenza di Candreva portano al nuovo cambio di schieramento: Pioli infatti è indirizzato a schierare il classico 4-3-3 e a riporre temporaneamente il 4-2-3-1. A Parolo, ovviamente, cambia poco o nulla. Anche perché lui è uno di quelli che dove lo metti sta bene e rende sempre. Corsa e impegno non sono mai mancati: sono le basi per poter rappresentare una garanzia nel corso del tempo. E infatti Parolo si è guadagnato la stima del mondo Lazio nel corso del tempo. Perc ui intermedio nei 3 o schermo difensivo nei 2 su Parolo si può sempre contare.

EFFICACIA –  E fa parte anche lui del centrocampo che ha segnato il 66% dei gol totali. Delle 31 reti arrivate da mediani e trequartisti Parolo ne ha firmate ben 6, distribuite in 24 presenze. Una bella certezza, insomma. Che magari non ruba l’occhio per un particolare gesto tecnico o per una giocata buona per le folle, ma di certo è un giocatore di un’efficacia assoluta, in grado di incidere veramente sulle sorti di una partita per l’intera durata di questa. Perché se hai senso della posizione e polmoni d’acciaio, ci metti poco poi a trovarti quasi sempre al posto giusto e nel momento giusto. Ora la Lazio si fida di Parolo e viceversa. Oggi per i tifosi lui è uno di quelli da prendere come esempio, uno di quelli che non mollano mai.

RIPRESA- Parolo si era fermato sul campo del Sassuolo e proprio al Mapei Stadium ha messo a segno il gol del 3-0 per la Lazio, il suo sesto in campionato. Adesso, dopo il secondo stop arrivato ancora una volta per squalifica – come a dire che lo fermano solo i cartellini… – va a caccia del suo record personale, le 8 reti segnate la scorsa stagione con la maglia del Parma. Ma intanto è già nei cuori di coloro che tengono alla Lazio. Ci è entrato grazie all’impegno continuo e al rendimento di tutto rispetto. Una carta in più, di assoluto valore, per Pioli e per la Lazio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy