DOMANI SI GIOCA – Pronta la bolgia dei 60.000!

DOMANI SI GIOCA – Pronta la bolgia dei 60.000!

ROMA – Sarà domani. Sarà il giorno in cui inizieranno i sogni, sarà la prima tappa di una settimana di passione, da vivere tra Coppa e derby-Champions, sfidando Juve e Roma, giocando al massimo e per il massimo. Le vigilie iniziano sempre con l’emozione dell’attesa, con la corsa al biglietto.…

ROMA – Sarà domani. Sarà il giorno in cui inizieranno i sogni, sarà la prima tappa di una settimana di passione, da vivere tra Coppa e derby-Champions, sfidando Juve e Roma, giocando al massimo e per il massimo. Le vigilie iniziano sempre con l’emozione dell’attesa, con la corsa al biglietto. Gli ultimi arrivati hanno trovato posto all’Olimpico e il dato delle vendite è cresciuto: s’è arrivati a quota 56mila presenze, sarà tagliato il traguardo dei 60mila spettatori. C’è poca differenza di presenze tra le due tifoserie: i tifosi laziali superano i tifosi della Juve di circa 1.500 unità. La divisione dello stadio è decisa da tempo, ai laziali sono riservati i settori Curva Nord (ingressi 46/49), Distinti Nord Ovest (ingressi 50/52), Distinti Nord Est (ingressi 43/45) e Tribuna Tevere. Tutti gli altri settori (Curva e Distinti Sud più Monte Mario) sono riservati ai tifosi della Juve. I posti nelle Curve e nei Distinti (di Juve e Lazio) sono esauriti, i biglietti rimasti si possono acquistare presso i punti Listicket presenti sul sito ufficiale della Lazio. Il ritmo di vendita è cresciuto e crescerà ancora, c’è ancora tempo.

 

Il programma. I dirigenti della Lega sono piombati a Roma giovedì 14 maggio, non s’è perso tempo per mettere in moto la macchina organizzativa della finale di Coppa Italia (anticipata a domani per via della qualificazione della Juve alla finale di Champions). La vigilia accenderà il clima del match, nel pomeriggio all’Olimpico sono in programma gli allenamenti di rifinitura e le conferenze stampa. La Juve scenderà in campo alle 17,15, sarà una brevissima “passerella” perché prima di raggiungere Roma si allenerà a Vinovo, alle 17,45 parleranno Allegri e un calciatore. Solo i media potranno assistere ai primi 15 minuti di lavoro delle squadre, lo stesso ovviamente vale per l’allenamento della Lazio. I biancocelesti scenderanno in campo alle 18,15 mentre Pioli e un calciatore parleranno alle 20. Lo show previsto nel prepartita si conoscerà oggi, sarà ufficializzato dalla Lega con un comunicato (sono previsti vari eventi). All’Olimpico sarà presente Sergio Mattarella, il Presidente della Repubblica premierà i vincitori.

La febbre. Una settimana così forse non s’era mai vista. La febbre è altissima, ha contagiato squadra e tifosi, tutta la Lazio, tutti i suoi figli. Coppa Italia, Champions, Juve e Roma, tutto in pochi giorni, con qualche ora di ritardo dovuta allo slittamento del derby a lunedì 25 maggio (ore 18). Le partite con la storia stanno per iniziare, decideranno il futuro della Lazio. C’è in palio ogni traguardo, soprattutto una Champions che manca dal 2007-08, da otto anni. L’Olimpico ospiterà giorni lunghi e magici, sarà palcoscenico di spettacoli forti. L’assalto è doppio, i laziali l’hanno lanciato per vivere il doppio incrocio Juve-Roma, Coppa Italia-Champions. A pensarci si chiude la gola, vengono i brividi, si scatena la fantasia. La Lazio non gioca più sola, è una delle grandi vittorie della stagione, resterà tale al di là dei risultati che verranno. La Lazio ha cercato e ritrovato la sua gente, il suo popolo. L’Olimpico laziale è di nuovo caldissimo, straripante. Si fa sentire, si fa rispettare. La partecipazione è totale, è continua, è speciale. Il tifo è incessante, i cori rimbombano, c’è un uomo in più in campo, è il famoso dodicesimo. Si scaldano tutti, si scaldano i tifosi. Il giorno della prima notte delle stelle ormai è arrivato. Sarà domani, presto. (Corriere dello Sport)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy