E’ sempre calciomercato, Lazio: retroscena da 15 milioni di euro…

E’ sempre calciomercato, Lazio: retroscena da 15 milioni di euro…

Milinkovic? Poteva dire subito addio…

 

ROMA – Milinkovic? Aveva pensato addirittura di dire subito addio alla Lazio, a luglio, perché Inzaghi – tornato al posto di Bielsa – non lo aveva mai visto in 7 partite. Per lui, due mesi fa, c’era un’offerta del Napoli da 15 milioni rifiutata dalla Lazio. Che adesso se lo gode e lo mette al centro del progetto. A partire da San Siro, stasera. Lì nacque un’aquila reale. Milinkovic vola a Milano, ma stavolta dovrà atterrare sul Milan. L’anno scorso affossò l’Inter alla vigilia di Natale: un assist e il rigore conquistato per Candreva. Così Inzaghi s’affida al destino. Sempre la scorsa stagione, infatti, Sergej aveva pure schiacciato il Dnipro all’esordio europeo. E, ironia del destino, era il 17 settembre: stessa data di Lazio-Pescara. Stavolta Simoncino – scrive Il Messaggero – non sfiderà il fato, dopo l’1-1 con Chievo al Bentegodi: fuori Milinkovic, che in quello stadio aveva battuto da solo il Verona. 3-5-2 che vince non si cambia, in questo modulo Sergej non fallisce nemmeno da mezz’ala. Fiuta l’occasione, fissa il sette e la mette lì. Impossibile spostarlo quest’armadio, sabato sera di nuovo in terzo tempo in cielo. E pensare che il tecnico lo aveva completamente accantonato alla fine dello scorso campionato. Adesso, anche per un impegno preso in estate con la società, lo rivaluta e ne trae beneficio. Perché Sergej non è solo di ferro o un Marcantonio d’area. Lotta, sgomita, s’inserisce, dribbla e rilancia pure l’azione biancoceleste. Inzaghi lo tiene coi piedi per terra, ma adesso lo considera una mossa in serbo: «Col tecnico va tutto bene, non mi pento di aver scelto la Lazio». E intanto spunta la notizia che fa sognare i tifosi: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy