• SUL CAN.85 DELLA TUA TV TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Esclusiva Caicedo, ora il sogno rinnovo può diventare realtà

Esclusiva Caicedo, ora il sogno rinnovo può diventare realtà

La Lazio ha già preso il baby Adekanye per la fascia e punta Wesley come vice Immobile per giugno. L’obiettivo rimane svecchiare l’attacco, ma a sorpresa può restare comunque Felipao

di redazionecittaceleste

ROMA – Doppio graffio e via. Si riaccende un lumicino sotto la Lanterna, la vera Lazio è tornata come in Coppa Italia. Battuta con grinta e coraggio la Sampdoria, annientata un’avversaria per l’Europa. Tutto merito della Pantera.

Da reietto a Re. E’ cambiato il destino di Caicedo. Colui il quale, per il gol sbagliato a Crotone, veniva additato come principale responsabile dell’addio alla Champions l’anno scorso, diventa improvvisamente il bomber a cui restare aggrappato per l’ultimo guizzo. Perché nel 2019 nessuno alla Lazio ha fatto meglio di Felipao. La doppietta di ieri contro la Sampdoria, la prima per lui in Serie A, lo certifica come il marcatore più prolifico biancoceleste da gennaio a questa parte, con 7 reti nel massimo campionato italiano, che lo metteto alle spalle dei soli Quagliarella, Zapata e Petagna. Questa non è solo la sua rivincita, ma anche quella d’Inzaghi che lo aveva preferito a Wesley in estate, così come quella del diesse Tare. Caicedo oggi sembra un altro giocatore, ecco perché presto andrà fatta una nuova valutazione. Secondo le nostre esclusive indiscrezioni, infatti, Caciedo a sorpresa adesso potrebbe restare in biancoceleste: la Lazio gli ha già accennato alla possibilità di rinnovo, alla faccia di chi era certo dell’addio.

VOCE GROSSA

Mai una parola fuori posto, mai un cenno di disappunto. Eppure adesso Caicedo merita di giocare titolare. E’ successo ieri a Marassi, ma c’è un retroscena con Inzaghi: Felipao mercoledì scorso s’era per la prima volta infuriato con il tecnico. Dopo il gol al Chievo e lo stato di forma dimostrato, Caicedo pretendeva di scendere in campo a San Siro contro il Milan dal primo minuto. S’era arrabbiato, l’ecuadoregno, appena aveva saputo che invece sarebbe entrato a gara in corso. Per questo ieri Inzaghi lo ha schierato dall’inizio, lui dalla vigilia non è mai stato in ballottaggio. E così sarà anche contro l’Atalanta, quando a contendersi un posto saranno Immobile e Correa. Caicedo si è guadagnato la conferma con questa voglia e ha pure disfatto per giugno la valigia.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy