FELIPE NATALE? – Da quando Anderson non segna, la Lazio non vince più. Ma ora è dicembre…

FELIPE NATALE? – Da quando Anderson non segna, la Lazio non vince più. Ma ora è dicembre…

LINEA VERDE - Lazio, i giovani portano al cambio di modulo: la decisione cade sul 4-3-3

di Federico Terenzi

ROMA – Chiedimi se sono Felipe. Chissà quante volte avrà visto questo film, Anderson, che ha cambiato acconciatura per diventare ancora più uomo. Ma il numero dieci si è fermato alla nona giornata: giusto il tempo di prendere il Toro per le corna, ben due volte infilzato dai suoi guizzi imprendibili. Guarda caso l’ultimo successo della Lazio in campionato porta la sua firma. Quando lui si ferma anche la Lazio perde la bussola e sprofonda nel limbo del campionato, rimanendo tra color che son sospesi in decima posizione. Parliamo ormai del 25 ottobre scorso, un’eternità in queste stagioni frenetiche che ti risucchiano fino al midollo e non ti fanno respirare. Quando Felipe spegne l’interruttore i numeri sono implacabili: 4 sconfitte e un pareggio in campionato.

FELIPE NATALE – Rispetto allo scorso anno i numeri sono migliorati: è servito un supergol contro il Varese in Coppa Italia per fargli credere nei suoi mezzi, poi da li non si è più fermato, portando il suo bottino in campionato a quota 10 marcature. Fino alla quattordicesima giornata, lo scorso anno, aveva collezionato appena 430 minuti in campionato, poi il gol contro il Parma gli ha cambiato la vita e Pioli non lo ha più tolto. Quest’anno ha già collezionato 919 minuti nella massima serie conditi da 4 gol e due assist. Per un totale di 1169 se aggiungiamo le tre partite di Europa League, nelle quali si è tolto lo sfizio di segnare anche al Rosenborg.

RINASCITA – Dicembre è il mese della rinascita, lo scorso anno in cinque partite ha realizzato ben 5 gol e 5 assist. Pioli si aggrappa alle sue giocate imprevedibili per risalire in classifica e passare un Felipe Natale, cercando di rimanere incollato al timone della sua Lazio. E’ proprio con l’arcobaleno, uno dei suoi colpi preferiti, al cospetto dei Campioni d’Italia, che si può credere in un futuro più bianco che nero.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy