Finalmente Felipe: si sblocca e centra il 20esimo gol in A, il 25esimo con la Lazio

Finalmente Felipe: si sblocca e centra il 20esimo gol in A, il 25esimo con la Lazio

Anderson torna a segnare e agguanta un suo primo record

ROMA – Tre ora è il numero Felipe. Si sblocca al novantesimo, il brasiliano, e centra finalmente il suo ventesimo gol in Serie A, il venticinquesimo con la maglia della Lazio. Magari ora metterà il turbo: “Ne ho fatti pochi finora, perché sono spesso molto marcato e il numero delle chance diminuisce. Ma se a segnare sono gli altri va bene lo stesso, l’importante è lavorare per la squadra. Devo comunque migliorare nella finalizzazione, perché creo molte occasioni rispetto a quelle che sfrutto”. Adesso anche Inzaghi gli dà una mano. Non fa più il terzino, è Felipe trequartista: “Tutti mi vedono più come un attaccante, anche io so che sono più bravo quando gioco più in avanti, ma corro parecchio per la squadra e così è più difficile essere poi lucidi”. E’ generoso Felipe, ma la rete gli mancava, eccome. Lo si vedeva nella rabbia sul siluro d’inizio gara. Un passo più avanti e Felipe non lo prende nessuno, così è inarrestabile ovunque. Così non solo i difensori, persino Ljajic è costretto a inseguirlo. Felipe scatenato col Torino, peccato che i compagni si divorino i suoi cioccolatini. Cross, filtranti, un colpo di tacco meraviglioso. Anderson forse ha capito quanto è forte: “So che gli avversari mi temono perché sono veloce e bravo nell’uno contro uno, ma non solo l’unico pericolo biancoceleste. In questa Lazio tutti fanno la differenza”. Eppure tutte le palle più velenose passano dai suoi piedi fatati e forse pure più smaliziati: “Sono nella classifica degli assist realizzati, ma mi dicono che sono anche in quella delle palle rubate e questo è molto gratificante”. Recupera in difesa su Baselli, lui gli strappa quasi la maglia per frustrazione: CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy