GENNAIO DI FUOCO – Sei partite per capire il destino della Lazio

GENNAIO DI FUOCO – Sei partite per capire il destino della Lazio

Gilardino,futuro,Palermo

ROMA – Sarà un gennaio di fuoco per capire di che pasta è fatta la Lazio, si spera quindi che la società possa consegnare il prima possibile uno o due centrali a mister Pioli che, allo stato attuale delle cose, si trova solo con due centrali di ruolo, Mauricio e Hoedt, in attesa del rientro di Gentiletti fermo ai box per infortunio. Si parte mercoledì contro il Carpi in casa, poi sabato 9 gennaio, in occasione del compleanno, la Lazio proverà a sorprendere la Fiorentina di Paulo Sousa. Poi riparte il girone di ritorno e la squadra capitolina andrà nella tana del Bologna, rinfrancato dalla cura Roberto Donadoni. Quattro giorni dopo all’Olimpico arriva la Juventus di Allegri, per la partita secca legata ai quarti di finale di Coppa Italia. Poi la truppa di Pioli ospiterà il Chievo Verona di Maran, per concludere il ciclo terribile nella tana dell’Udinese il 31 gennaio. Sei partite terribili che possono tracciare il futuro della Lazio, tra inferno e paradiso, sperando di non restare tra coloro che son sospesi.

Cittaceleste.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy