Gonzalez, motorino ingolfato

Gonzalez, motorino ingolfato

di FEDERICO TERENZI ROMA – Petkovic sta mischiando le carte del mazzo per pescare un jolly che permetta alla sua squadra di risalire dalle sabbie mobili, a partire da questa sera contro l’ Apollon di Limassol. A prpopsito di Jolly uno dei grandi assenti di questo inizio di stagione è…

di FEDERICO TERENZI

ROMA – Petkovic sta mischiando le carte del mazzo per pescare un jolly che permetta alla sua squadra di risalire dalle sabbie mobili, a partire da questa sera contro l’ Apollon di Limassol. A prpopsito di Jolly uno dei grandi assenti di questo inizio di stagione è proprio il Tata Gonzalez

TUTTOCAMPISTA – Trottolino sempre in piedi, dove lo metti sta, a sinistra a destra, addirittura terzino, ha fatto le fortune di Vlado nella passata stagione, sopperendo anche all’ assenza del lungodegente Konko, piazzandosi come terzino senza fermarsi mai.

FASCITE PLANTARE – Il potere logora chi non ce l’ ha, diceva Andreotti. Qui invece, il motorino, a forza di sterzare e sgommare sul campo, si è inceppato e il pedale destro non funziona più. Il respnso è fascite plantare, sui cui, l’ anno scorso, il centrocampista uruguaiano ha continuato a giocare, presentandosi, in più di un occasione, al termine di ogni partita, in grande sofferenza per il dolore accusato.

SENZA BENZINA – Dopo una stagione esaltante il Tata sta pagando le conseguenze di troppi impegni ravvicinati senza sosta. Il nazionale uruguaiano sembra molto impacciato, a corto di fiato, senza idee e molto lento, lui che di chilometri intorno al campo ne ha fatti sempre a iosa, senza fermarsi ma,i e pronto a tamponare l’ estro di Hernanes. L’ involuzione tattica  della Lazio, passa anche dalla sua mancanza di benzina, Hernanes non riesce a tamponare, Ledesma è molto lento e senza la sua reattività gli avversari passeggiano tra le macerie della mediana biancoceleste.

RIPOSAR M’E’ DOLCE IN QUESTO MAR – Forse un lungo periodo di riposo gli permetterebbe di recuperare la forma. Dallo scorso anno ad oggi, il Tata non si è mai fermato, disputando per intero anche la Confederation Cup. E’ tempo di fare il tagliando caro Tata, dopo tanti chilometri, per tornare sulla cresta dell’ Honda.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy