Hernanes? Per Radu i sostituti ci sono…

Hernanes? Per Radu i sostituti ci sono…

FORMELLO – Indosserà la fascia di capitano, sfiderà il suo amico Cosmin Moti, ex compagno alla Dinamo Bucarest, ha voglia di farsi perdonare da Reja e di trascinare la squadra biancoceleste verso gli ottavi di Europa League. A Catania non s’è vista la vera Lazio e Stefan Radu lo ha…

FORMELLO – Indosserà la fascia di capitano, sfiderà il suo amico Cosmin Moti, ex compagno alla Dinamo Bucarest, ha voglia di farsi perdonare da Reja e di trascinare la squadra biancoceleste verso gli ottavi di Europa League. A Catania non s’è vista la vera Lazio e Stefan Radu lo ha ammesso. «E’ stata una brutta esperienza, non abbiamo giocato una gran partita. Già dopo un minuto eravamo in svantaggio, credo abbia cambiato tanto questo gol preso all’inizio, ma stiamo bene, abbiamo analizzato la partita di Catania, cosa abbiamo fatto male, speriamo di non ripetere gli stessi errori» ha raccontato il difensore biancoceleste. Questa sera formerà il reparto accanto a Ciani e Cana.

RISCATTO – Nel Ludogorets troverà Cosmin Moti, suo grande amico. Sono cresciuti insieme a Bucarest. «Abbiamo giocato tanto tempo insieme, è un difensore di grande livello, era stato proposto anche alla Lazio, ha fatto abbastanza bene a Siena, ma non ha avuto tempo di dimostrare il suo valore. Ora sta facendo molto meglio con i bulgari del Ludogorets» . Non si respira ancora l’atmosfera giusta, ma c’è voglia di ricreare entusiasmo. E se possibile di cancellare la rabbia per l’eliminazione nei quarti della passata edizione a Istanbul. «L’anno scorso abbiamo sopportato una grande delusione, non siamo andati avanti dopo aver avuto un bellissimo percorso. Con il Fenerbahce, l’ho dichiarato due mesi fa, meritavamo di passare il turno e arrivare in semifinale. E’ un obiettivo l’Europa League. Riproviamoci. Da 1 a 10 conta tantissimo» .

 

VANTAGGIO – Andare avanti potrebbe aiutare la Lazio a dare un senso diverso alla stagione, a guardare in modo differente verso il futuro attraverso un percorso di crescita da ritoccare in estate con un robusto mercato in entrata. Soprattutto se il traguardo dovesse essere quelli dichiarati (un po’ a sorpresa) da Radu. Dopo la Coppa Italia e il successo storico del 26 maggio le ambizioni erano altre. «L’obiettivo iniziale era la qualificazione Champions, però le cose sono andate male. Ora, anche se dobbiamo fare un po’ di calcoli, il nostro obiettivo è ottenere l’ingresso in Europa League» . Il primo passo sarebbe un bel successo con il Ludogorets. La Lazio cercherà di acquisire un paio di gol di vantaggio. Radu ha indicato la strada. «Abbiamo cancellato la prestazione di Catania e analizzato le nostre prestazioni. Faremo il possibile per vincere e presentarci con maggiore tranquillità per la partita di ritorno a Sofia tra una settimana» .

 

 

 

PROFETA – Poca gente stasera all’Olimpico e chissà quale sarà l’atmosfera domenica per Lazio-Sassuolo. Radu ha lanciato il suo appello. La squadra cerca sostegno. «Sì, questa mancanza dei tifosi sarà dura da sopportare, però speriamo di passare il turno. Domenica speriamo di averli vicino a noi, non contro di noi» . C’è chi sostiene che la cessione di Hernanes possa aver creato qualche malumore anche all’interno dello spogliatoio. Radu ha risposto esprimendo freddezza nei confronti del Profeta. «Abbiamo giocatori che possono sostituire Hernanes… E’ stata una scelta sua andare via dalla Lazio, non posso dire altre cose» .
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy